Dovresti sapere cosa fare dopo, dopo che l'ebollizione si è rotta prima che ciò accada.

Il sigillo viene aperto indipendentemente, non è possibile prendere misure per accelerare il processo (prelevare, premere, perforare).

Le azioni portano all'infezione della pelle, si forma la foruncolosi (molte forme appaiono sul corpo). Il trattamento è difficile e lungo.

Uso di Unguento Ichthyol

L'ebollizione viene trattata bene, se viene rilevata in una fase precoce, quindi non è necessario un intervento chirurgico. Il foruncolo aperto deve essere trattato con perossido di idrogeno per garantire la disinfezione.

Entro tre giorni, vengono applicati impacchi di unguenti in modo che la ferita guarisca e non vi siano recidive. Minori tracce rimangono nel sito dell'educazione, ma non sempre.

L'unguento di ittiolo contribuisce bene alla guarigione delle ferite, nonostante il fatto che abbia un odore sgradevole. Dopo che la formazione è sfondata, viene fatto un impacco:

  1. L'unguento Ichthyol viene applicato alle bende.
  2. Comprimi viene applicato all'area interessata.
  3. Quando l'impacco viene rimosso, la lesione viene trattata con perossido di idrogeno.
  4. Ricomposizione sovrapposta.

Lo strumento non solo contribuisce alla rapida guarigione delle ferite, ma previene anche il ripetersi della malattia. Una persona non sente dolore, le sue condizioni generali non si deteriorano.

Quando si utilizza l'unguento, i tessuti vengono rigenerati attivamente, il sangue diventa più sottile, l'afflusso di sangue migliora. L'uso eccessivo dello strumento non ne vale la pena, si applica solo all'area interessata. Ichthyol unguento non può essere usato con altri farmaci.

Lo strumento penetra in profondità nella pelle, guarisce le ferite più profonde. Ha un'azione multidirezionale, non solo vengono eliminati i sintomi della malattia, i patogeni vengono neutralizzati, gli edemi vengono eliminati.

Controindicazioni

Se usi l'unguento di ittiolo, non puoi usare farmaci che contengono iodio e sali di metalli pesanti. Questo forma nuovi composti, portando a conseguenze imprevedibili. Durante il periodo di trattamento, non vengono fatte maschere per il viso e le lozioni non vengono utilizzate. I bambini sotto i 12 anni sono controindicati.

Applicazione di unguento Vishnevsky

Dopo la formazione spontaneamente aperta, agire come segue:

  • la ferita viene trattata con perossido di idrogeno;
  • unguento viene applicato alla lesione;
  • Il trattamento dura 3-4 giorni, fino a quando non viene rilasciato tutto il pus;
  • le compresse sono fatte (l'unguento viene applicato sulla garza e applicato sul sito della lesione, l'impacco rimane per 12 ore).

L'uso del farmaco contribuisce al flusso di sangue nella zona interessata, il metabolismo diventa più veloce, i tessuti interessati vengono rapidamente ripristinati.

In quale altro modo puoi gestire l'ebollizione aperta?

Se la formazione è sul viso, naso o orecchio, quindi applicare un unguento antibiotico. Raccomandato per le persone con immunità indebolita e con foruncolosi ricorrente. Applicazione:

  • la superficie purulenta viene trattata con una soluzione antisettica;
  • pomata antibiotica applicata.

La scelta è ampia, più spesso utilizzata:

Levomekol distrugge i germi e pulisce dal pus. Ha effetti anti-infiammatori, cicatrizzanti e anti-batterici. I tessuti si riprendono rapidamente. Una benda di garza sterile è impregnata di unguento e applicata alla zona interessata. Ogni giorno una nuova medicazione è fatta.

Oflokain distrugge i germi, resiste al dolore e al gonfiore. Contiene lidocaina, in modo che i batteri non possano moltiplicarsi e le sensazioni di dolore diminuiscono.

Rimedi popolari per la guarigione di un ascesso rotto

Dopo che l'ebollizione è scoppiata, i rimedi popolari sono usati per guarire rapidamente e prevenire le ricadute:

  1. Impacco riscaldante all'alcool: tampone di cotone imbevuto di alcol pre-riscaldato, applicato delicatamente sul punto dolente, fissato con una benda di garza per 20 minuti. Il metodo aiuta a liberarsi dall'infiammazione.
  2. Le patate crude vengono strofinate su una grattugia fine, stesa su una garza, applicata per un'ora e mezza. Rinforzato con una medicazione impermeabile, previene il ripetersi della malattia.
  3. Soluzione di sale (prendere 2 cucchiai di sale, diluito con 200 ml di acqua). La garza è inumidita nella soluzione, è piegata in 2-3 strati. Indossare il posto interessato per 20-40 minuti.

Quanti boli guariscono dopo l'apertura?

Questa domanda non può essere risolta in modo inequivocabile, molti fattori sono importanti. Il processo di rigenerazione cellulare gioca un ruolo importante, è individuale.

Se il trattamento viene eseguito correttamente, molto tempo per la guarigione non scompare, dopo una settimana i segni di guarigione sono già sul viso.

Il primo sintomo di guarigione è una ferita asciutta, il disagio non infastidisce dopo una settimana. Se il processo è in ritardo, la ferita è bagnata e fa male per più di una settimana dopo l'autopsia, dovresti consultare un medico.

conclusione

È meglio prevenire la malattia che curarla. Basta seguire le regole di prevenzione:

  • la pelle deve essere pulita;
  • uno dovrebbe mangiare razionalmente, il corpo dovrebbe ricevere vitamine e oligoelementi dal cibo;
  • rafforzare il sistema immunitario (temperare, fare esercizi ogni giorno, camminare all'aria aperta);
  • evitare situazioni stressanti;
  • osserva il regime del giorno, dormi abbastanza;
  • non supercool

Se dopo che l'ebollizione è scoppiata c'è un sigillo, dovresti cercare assistenza medica. C'è il pericolo di un fuoco infettivo incapsulato, il cosiddetto foruncolo interno.

Non riesce ad aprirsi, il chirurgo fa una piccola incisione con un bisturi. I trattamenti tardivi comportano gravi conseguenze: infezione del sangue, formazione di pustole nei reni e in altri organi.

Bollire l'autopsia

Una fase importante nel trattamento della suppurazione dei dotti sebacei e dei follicoli piliferi è l'uscita dell'essudato verso l'esterno e la pulizia della cavità. L'apertura di ebollizione può essere considerata l'inizio del recupero, ma in questa fase è necessario prestare maggiore attenzione al trattamento. Ciò contribuirà ad evitare la re-infezione con i batteri e ad accelerare la guarigione dei tessuti danneggiati, prevenendo la formazione di cicatrici.

Cosa elaborare e spalmare l'ebollizione dopo l'apertura?

Non appena la testa matura dell'ascesso si rompe e l'essudato inizia a separarsi, c'è la tentazione di spremere il contenuto del foruncolo. È assolutamente impossibile farlo, dal momento che un liquido con batteri può entrare nel flusso sanguigno, che è irto di sepsi e conseguenze estremamente pericolose.

L'elaborazione e la legatura dell'ebollizione dopo l'apertura è la seguente:

  1. Immediatamente dopo la rottura dell'ascesso, trattarlo abbondantemente con una soluzione di perossido di idrogeno al 3%.
  2. Applicare regolarmente medicazioni con unguenti antisettici, antimicrobici e cicatrizzanti. Levomekol farmaco perfetto, i suoi ingredienti attivi combattono efficacemente i batteri patogeni dell'infiammazione e promuovere la rigenerazione dei tessuti. L'alternativa è l'unguento Vishnevsky, che ha proprietà simili.
  3. Nella fase di guarigione delle ferite e di comparsa di granulosità, si consiglia l'uso di impacchi con soluzione ipertonica e medicazioni con rimedi locali contenenti grassi (olio di vaselina, emulsione di sintomicina).

Dopo l'apertura dell'ascesso è consentito l'uso e metodi tradizionali di terapia. Ad esempio, le seguenti lozioni aiutano ad accelerare la guarigione:

  • caldo salino;
  • miele con acqua (1: 1);
  • olio dell'albero del tè;
  • Soluzione salina inglese;
  • decotto di camomilla.

Questi farmaci forniscono una pulizia delicata della ferita dal pus, l'eliminazione dell'infezione e la prevenzione della diffusione di batteri nei tessuti sani. Inoltre, questi fondi accelerano la rigenerazione delle cellule della pelle, servono come prevenzione della formazione di cicatrici.

Quanto guarisce una ferita dopo aver aperto l'ebollizione?

La durata del recupero dipende dalla dimensione dell'ascesso e dalla profondità dell'essudato, la correttezza del trattamento.

Piccole e medie bolle, di regola, guariscono entro 7-10 giorni dopo l'apertura.

I grandi elementi infiammatori suggeriscono un periodo di rigenerazione più lungo, almeno 2 settimane e fino a 30 giorni.

Trattamento adeguato per bolle

Bollire è un'educazione corporale sgradevole. Questa infiammazione della pelle, che è accompagnata dalla comparsa di pus, non solo sembra sgradevole, ma provoca anche un forte dolore, provocando la febbre. Se un foruncolo si rompe, allora devi stare molto attento, perché è importante non infettare l'infezione in una ferita aperta, devi prenderti cura di esso.

Bollire cura

Come spalmare un'ebollizione dopo l'apertura? È importante usare formulazioni speciali, perché il processo di apertura può essere accompagnato da un forte dolore, senza trattamento, il processo di guarigione sarà lungo.

Questo è irto non solo di un forte dolore, ma anche del fatto che le complicanze possono andare se il pus entra sotto la pelle, può diffondersi attraverso il sangue. In questo caso, c'è il pericolo che l'infezione si disperda in tutto il corpo. A sua volta, questo è irto del fatto che una persona si ammalerà di foruncolosi, e questa è già una malattia abbastanza grave, alla quale è estremamente difficile combattere.

Adatto per il trattamento di bolle prima di aprirlo unguento Vishnevsky o pomata di ittiolo, far bollire sotto la loro influenza diventerà più maturo. È importante fare le compresse in modo che si adattino perfettamente all'ebollizione e non si spostino.

Bollire dopo l'apertura

Dopo aver scoperto che il pus viene rilasciato, deve essere rimosso. Ma in nessun caso questo può essere fatto a mani nude, per questo è adatto un tampone di cotone, che è inumidito con alcool. Un foruncolo aperto sembra una ferita moderatamente sanguinante. È importante trattare immediatamente la ferita con perossido di idrogeno. Ciò eliminerà la possibilità che l'infezione entri di nuovo nel corpo e la ricaduta può essere evitata.

Sebbene il nucleo purulento sia già stato rimosso, il trattamento non finisce qui. In questa fase, è anche possibile utilizzare l'unguento Ichthyol o la crema acne Baziron. Tali impacchi consentiranno alla ferita di guarire più velocemente. È possibile spalmare un foruncolo con l'unguento di Vishnevsky, aiuta anche a guarire la ferita. Ma contribuisce ancora meglio alla guarigione di unguento per ferite chiamato "Levomekol". La composizione di questo unguento comprende un antibiotico, la cui azione è mirata a succhiare i resti di pus dalla ferita e promuoverne la rapida guarigione. Grazie a questo unguento, puoi proteggerti da una cicatrice o una cicatrice dopo un foruncolo.

Tali impacchi dovrebbero essere continuati per circa altri 4 giorni dopo la rottura dell'ebollizione. I foruncoli non trattati sono spesso accompagnati da una ricaduta, perché è molto importante usare unguenti.

Suggerimenti importanti

Ci sono diversi suggerimenti per prendersi cura di un punto d'ebollizione aperto. Molti si stanno chiedendo: è possibile imbrattare un'ebollizione con vernice verde. E questo è il primo consiglio: in nessun caso questo dovrebbe essere fatto. E questo vale non solo per Zelenka, ma per tutte le soluzioni "coloranti", tra cui:

Quando si riferisce a un medico, potrebbe non comprendere la dimensione del sigillo. Questo è irto del fatto che la diagnosi può essere tardiva, il processo inizierà e si svilupperanno gravi complicazioni.

Il foruncolo aperto non dovrebbe essere coperto con nulla. Nel kit di pronto soccorso è necessario avere una benda o un panno sterile. Non puoi usare nessuno straccio a portata di mano. Questo è irto della formazione di un'altra infezione. La benda può essere fissata con nastro adesivo.

C'è una percezione che migliori antibiotici contribuiscono a una migliore guarigione.

È vietato nuotare con un punto d'ebollizione, che si è aperto. Anche una piccola quantità di acqua sulla ferita può far male, non puoi lavorare con tali malattie purulente. Per il periodo di trattamento di una bollitura è meglio prendere un congedo per malattia, soprattutto se il lavoro è collegato con i bambini o con la cucina. Pus non dovrebbe entrare nel cibo.

Prestare attenzione alla durata di conservazione degli unguenti. Qualsiasi farmaco non può essere utilizzato dopo la data di scadenza, non un'eccezione e in questo caso.

I dettagli del video su questa educazione purulenta e su come prendersi cura di lui. Questi consigli faranno fronte alla malattia molto più facilmente.

È importante monitorare attentamente l'ebollizione risultante, in modo da non perdere il momento in cui scoppierà. E su questo più in dettaglio qui. Con una cura adeguata e adeguata, la ferita si rimarginerà rapidamente e causerà poco disagio. Inoltre, solo un'attenta cura aiuterà ad evitare una cicatrice o una cicatrice.

L'ebollizione non guarisce dopo l'apertura - cosa fare

Cosa fare se una ferita dopo un foruncolo non guarisce per molto tempo? Quali rimedi possono essere utilizzati per il trattamento e quali conseguenze può causare?

L'aspetto del bollore sul corpo porta molte sensazioni dolorose e sgradevoli. L'ascesso della formazione non può passare inosservato dal sistema immunitario, che inizia ad attaccare i globuli bianchi della zona interessata. Di conseguenza, si forma pus, trasformandosi gradualmente in una bacchetta necrotica sotto la pelle.

Nel corso del tempo, l'ebollizione viene aperta e la ferita viene purificata dal pus. Nella maggior parte dei casi, un'apertura indipendente della suppurazione avviene all'ultimo stadio. Questo è il motivo per cui molti sono interessati alla domanda su cosa fare se una ferita dopo un foruncolo non guarisce per un tempo molto lungo?

Cosa succede se la ferita dopo l'ebollizione non guarisce?

Man mano che matura, l'infiammazione inizia a scoppiare e si accumula il pus. L'ebollizione si apre dopo che si accumula la quantità massima di pus. Non appena il foruncolo è esploso e la ferita è stata completamente purificata dal pus, è necessario iniziare rapidamente il trattamento. Il trattamento di un ascesso con agenti antinfiammatori e disinfettanti è obbligatorio. Dopo che l'ebollizione è scoppiata, le condizioni del paziente migliorano in modo significativo.

In modo che non ci siano dubbi su cosa fare se l'ebollizione non guarisce e la linfa scorre, è molto importante monitorare il corso dell'infiammazione. Dopo una scoperta di ascesso, il trattamento tempestivo e corretto della ferita che si è formata è il più importante. Nel caso in cui il trattamento di suppurazione non venga eseguito, un problema più serio potrebbe comparire sul sito di un punto di ebollizione.

Se l'ebollizione non guarisce a lungo, aumenta il rischio di complicazioni, nella forma di foruncolosi. Con questa patologia, i processi purulenti possono iniziare su tutta la superficie del corpo. Per il trattamento, il medico prescrive un lungo ciclo di terapia con potenti antibiotici.

Un foruncolo non guarisce da molto tempo - cosa fare? Prima di tutto, è necessario assicurarsi che il nucleo purulento sia completamente uscito dalla ferita. Ma devi agire con molta attenzione ed essere sicuro di disinfettare la ferita. Dopo che l'asta è uscita, una piccola quantità di liquido potrebbe fuoriuscire dalla ferita per qualche ora in più.

La ferita viene lavata con una grande quantità di perossido di idrogeno o alcool. Per elaborare il foruncolo aperto è meglio usare un tampone da una benda imbevuta nella preparazione. L'elaborazione dovrebbe iniziare dai bordi e spostarsi gradualmente al centro dell'ebollizione. Quindi viene preso un nuovo tampone e i tessuti sani situati intorno vengono disinfettati.

Se il foruncolo non guarisce da molto tempo, puoi usare i seguenti rimedi che aiutano a ridurre rapidamente l'infiammazione:

  1. Foglie di aloe Viene presa la parte morbida della pianta, da cui sono state precedentemente rimosse le croste dense e applicate alla ferita. L'aloe è riparata con una benda di garza. È necessario modificare l'impacco ogni 4 ore. Questa pianta rimuove i residui di pus e aiuta ad accelerare la rigenerazione dei tessuti.
  2. Baffi d'oro. Una foglia pulita e pre-schiacciata di una pianta viene presa e applicata a una garza, che viene applicata sulla ferita. Questo compress è lasciato per 3 ore, quindi è necessario crearne uno nuovo.

Per accelerare il processo di serraggio dell'ebollizione, si consiglia di utilizzare impacchi di celidonia, radici di bardana, tanaceto. La ferita può essere trattata con olio di garofano, abete rosso, iperico o camomilla. Gli unguenti antisettici, cicatrizzanti e antinfiammatori accelerano anche la rigenerazione dei tessuti.

Video su come trattare un punto d'ebollizione:

Metodi per aprire l'ebollizione

L'ebollizione sul viso è una formazione purulenta, la cui causa è il batterio anaerobico - Staphylococcus aureus. Il più delle volte, il trattamento viene effettuato chirurgicamente all'interno dell'ospedale.

Auto-medicare e cercare di sbarazzarsi degli ascessi da soli è irto di conseguenze spiacevoli.

Foto 2 - Non è consigliabile aprire l'ebollizione da soli

Inoltre, a volte è difficile aprire un ascesso senza anestesia a causa dell'alta sensibilità del paziente al dolore.

Foto 3 - Il bollore viene aperto sotto anestesia

Come aprire il foruncolo a casa?

Attenzione! È severamente vietato aprire le bolle. Quindi aumenta il rischio di infezione della ferita risultante, la progressione dell'ebollizione e l'applicazione di gravi danni alla salute, fino al pericolo settico.

Foto 4 - Non aprire le bolle a casa

L'unica domanda aperta: come sbavare prima di aprire? Quando si contatta l'ospedale, il medico eseguirà le necessarie procedure diagnostiche e ti dirà cosa fare con l'ebollizione prima e dopo l'autopsia, oltre a determinare quando è meglio aprirlo.

Foto 5 - Il medico ti dirà come gestire l'ebollizione

Il medico nella fase iniziale prescrive l'unguento di ittiolo o l'unguento di Vishnevsky. La composizione di queste medicine contribuisce alla maturazione precoce dell'ebollizione e influisce sul numero di giorni in cui l'ascesso viene aperto.

Come spezzare l'ebollizione?

L'ebollizione è un'infiammazione del follicolo pilifero che si diffonde ai tessuti circostanti. Può portare un sacco di disagi al paziente e, inoltre, essere una seria minaccia per la salute.

Foto 7 - Un punto d'ebollizione si verifica sulle parti pelose del corpo.

Pertanto, è così importante sapere che cosa fare al paziente a casa, in modo tale che un ascesso si rompa rapidamente e come aiutare la ferita a guarire più velocemente.

Foto 8 - bolle - una grave minaccia per la salute

È meglio formare un bollore immediatamente contattare uno specialista che prescriverà il trattamento attuale al fine di evitare spiacevoli conseguenze.

Foto 9 - Un appello urgente al medico salverà dalle complicazioni

Questo è particolarmente importante da fare se l'ebollizione non si rompe per molto tempo. Lo specialista può prescrivere un antisettico, ad esempio un pomata di ittiolo, creato sulla base di ingredienti vegetali. L'ittiolo crea sulla superficie della pelle un denso film oleoso, che irrita i nervi, stimolando il flusso sanguigno nell'area dell'ascesso.

Foto 10 - Se l'ebollizione non si rompe a lungo, dovrebbe essere stimolata.

Tutto ciò contribuisce alla rapida maturazione dell'ascesso, con la successiva penetrazione, l'uscita all'esterno del contenuto purulento e, soprattutto, il nucleo del foruncolo. L'unguento di Vishnevsky ha un effetto simile.

Foto 11 - Unguento Vishnevsky e Ihtiol promuovono l'ulcera da maturazione

È importante! Non è consigliabile prendere una decisione su cosa attaccare all'area di un ascesso. Se l'ebollizione non sfonda il da farsi, lo specialista esperto dell'istituto medico lo dirà.

Come spremere l'ebollizione e se può essere fatto?

Molti credono che se un ascesso appare sulla pelle, può essere spremuto e dimenticare il problema. Inoltre, molti stanno cercando di spiegare come spremere correttamente la suppurazione. Tuttavia, spremere bolle non è la soluzione. Push ascess è severamente proibito.

Foto 12 - È vietato premere l'ascesso

Ci sono diversi motivi per questo:

  • quando si esercita una pressione sull'area di ascesso, c'è un'alta probabilità che una parte del contenuto purulento penetri nel flusso sanguigno, che è irto della diffusione dell'infiammazione e persino della sepsi; Foto 13 - Quando si spreme l'ebollizione, l'infezione può entrare nel sangue.
  • inosservanza delle esigenze igieniche, che all'apertura dell'ascesso sono uguali ai soggiorni sanitari e igienici imposti in sala operatoria, l'infezione può essere introdotta nella ferita aperta; Foto 14 - L'infezione può entrare in una ferita aperta quando si apre da sola un'ulcera
  • anche con una riuscita apertura dell'ascesso e una corretta disinfezione, il rischio di penetrazione dell'infezione patogena nel sangue rimane alto, il che può portare allo sviluppo della foruncolosi - la malattia è estremamente difficile da trattare. Foto 15: si può sviluppare la foruncolosi

Questo non è un elenco completo dei motivi per cui non è possibile spremere ulcere, e quindi non dovrebbe sorgere la domanda se sia possibile spremere un foruncolo.

Cosa devo fare se un tumore appare sul viso o sul corpo? È possibile comprimerlo con le mani o hai bisogno di strumenti speciali per questo? È meglio consultare un dermatologo esperto per un consiglio. Il medico risponderà a tutte le vostre domande e spiegherà se è possibile spingere l'ebollizione.

Bollire non aperto: cosa fare?

A volte l'ebollizione non fa male e non si apre. Perché sta succedendo questo e cosa fare con la formazione purulenta sotto la pelle? Se l'ebollizione si trova negli strati profondi della pelle, o il processo della sua maturazione procede lentamente, non si rompe per molto tempo. Allo stesso tempo, il paziente pone una domanda: può un ascesso stanco passare senza rompere, o sarà necessario cercare aiuto da una struttura sanitaria?

Foto 17 - I boils sono interni

Per consultare un medico in questo caso dovrà ancora. Se l'ebollizione è matura, ma non si rompe, deve essere aperta chirurgicamente, si cancella la ferita dal pus e si deve applicare una benda. Altrimenti, il medico prescriverà farmaci per la rapida maturazione dell'ascesso, avendo precedentemente spiegato al paziente quanto questo tipo di formazione sta maturando e come accelerare questo processo.

Foto 18 - Le bolle interne vengono rimosse chirurgicamente

Rimozione chirurgica dell'ebollizione

È necessario rimuovere chirurgicamente il foruncolo se l'ascesso non si rompe? Certo Molti pazienti sono interessati alla domanda su dove rivolgersi a questo problema. Dovresti contattare direttamente un dermatologo o un chirurgo. Puoi anche venire dal terapeuta del distretto che determinerà l'ulteriore linea di condotta.

Foto 19 - Con ebollizione, puoi contattare un chirurgo, un terapista o un dermatologo

Il chirurgo ha esperienza sufficiente e sa come rimuovere l'ebollizione in modo corretto e come rimuovere il pus dalla ferita per prevenire la diffusione dell'infezione e l'ingresso di pus nella circolazione sanguigna.

Foto 20 - Il chirurgo rimuoverà l'ebollizione secondo le regole

Rimozione dell'ascesso effettuato chirurgicamente in più fasi. Più spesso, l'operazione per rimuovere l'ebollizione viene eseguita in anestesia locale. La ferita dopo la rimozione viene trattata con un antisettico, quindi la legatura viene eseguita dopo la rimozione, utilizzando unguenti a base di tetraciclina, cloramfenicolo, zinco e altre sostanze.

Foto 21 - La rimozione avviene in più fasi

Come fare le medicazioni e quanti sono in ospedale dopo la rimozione chirurgica dell'ascesso - spiegherà il medico. Puoi anche discutere con lui per quanto tempo guarisce la ferita e cosa aspettarsi nel tuo caso particolare.

Foto 22 - Dopo la rimozione, il chirurgo fornirà raccomandazioni

Come tagliare un punto d'ebollizione in ospedale

Il foruncolo viene tagliato da un chirurgo esperto o dermatologo. Pre-trattamento della localizzazione dell'ascesso con una soluzione antisettica. Successivamente, il medico rimuove l'area con anestetico.

Foto 23 - L'anestesia locale viene posizionata prima di aprire l'ebollizione.

L'operazione prevede l'apertura dell'ascesso con uno strumento speciale affilato. Far bollire è necessario forare delicatamente e quindi rimuovere il contenuto purulento. A volte devi drenare la ferita.

Foto 24 - Un'esca si apre con un oggetto appuntito.

Attenzione! La chirurgia è praticamente l'unico modo per sbarazzarsi di questo problema.

Cosa fare quando scoppia l'ebollizione?

Se un ascesso si è rotto, è necessario seguire la completa scarica di contenuti purulenti. Non tutti i pazienti sanno cosa fare dopo. Aperto, e cosa fare con una ferita aperta - il medico spiegherà quando si contatta la clinica.

Foto 25 - L'ebollizione può essere aperta da sola.

Quando l'ascesso si è aperto da solo, il pus si è mosso, ma il nucleo del foruncolo non è uscito - non c'è bisogno di parlare di quanto a lungo la ferita guarisce. Un tale ascesso non solo non guarisce da molto tempo, ma riprende anche dopo un po '.

Allo stesso tempo, il posto di un ascesso può essere periodicamente inibito da strati sottili dell'epidermide e quindi rompere nuovamente.

Foto 27 - Un foruncolo non curativo continuerà a raccogliere

Il foruncolo non curativo può essere trattato solo in ospedale, con un semplice intervento chirurgico.

Anche il medico spiegherà:

• come trattare una ferita dopo aver estratto il contenuto;
• come applicare una benda;
• quali farmaci sono meglio utilizzati;
• quanto tempo passa prima della completa guarigione, ecc.

L'entità dell'infiammazione dipende dalla cura adeguata della ferita, dal grado di danno tissutale, dalle funzioni immunitarie dell'organismo e da altri fattori. Nessuno può dirti esattamente quanto un ascesso guarisce dopo l'apertura.

Attenzione! Se l'ebollizione non passa più di un mese, è necessario un ulteriore trattamento sotto la supervisione di uno specialista e di un eventuale intervento chirurgico ripetuto.

Foto 28: un medico ti dirà come curare l'ebollizione

Come guarisce l'ebollizione dopo l'apertura?

Il trattamento di un punto d'ebollizione può richiedere molto tempo. Come trattare l'ebollizione e come trattare la ferita dopo l'apertura dovrebbe essere chiarita con uno specialista. Quanto dura il processo di rigenerazione e perché la ferita non guarisce dipende in gran parte dalla correttezza del trattamento.

Foto 29 - Se la cura è corretta, la ferita guarirà rapidamente.

Inoltre, se il trattamento è stato eseguito male, l'unguento è stato scelto in modo errato, il sito dell'ascesso fa male, la ferita non guarisce, o il sito della puntura è gonfio, rimane una protuberanza o un sigillo dopo l'operazione - la condizione può progredire, cambiare in una nuova forma e diffondersi ai tessuti circostanti.

In questa situazione, si consiglia di consultare immediatamente un medico. Lo specialista specificherà quanto guarisce la ferita, come procede la guarigione, conduce le necessarie procedure diagnostiche e cambia il piano per un ulteriore trattamento, tenendo conto dell'inefficacia della terapia scelta. Non è esclusa la riapertura dell'ebollizione.

Foto 31 - Un medico selezionerà un trattamento efficace

Quanto a lungo il bollore guarisce in questo caso dipende da una serie di fattori. Persino il medico, osservando come guarisce la ferita, non è sempre in grado di prevedere con precisione lo sviluppo della situazione e dare una risposta a questa domanda.

Foto 32 - È difficile determinare quanto guarirà la ferita.

Foruncolo sulla cicatrice

Il foruncolo è un processo infiammatorio localizzato nell'area dei follicoli piliferi. Poiché l'area sfregiata è formata da tessuto connettivo e manca di follicoli piliferi, così come il sudore e le ghiandole sebacee, non si può formare un foruncolo sulla cicatrice.

Foto 33 - Non ci possono essere bolle sulla cicatrice

Tuttavia, nell'area della cicatrice possono verificarsi altre formazioni infiammatorie purulente, il cui trattamento, ovviamente, è richiesto. Come rimuovere l'ascesso e cosa causa l'infiammazione - determinare il medico curante.

Foto 34 - Possono esserci altre infiammazioni sulla cicatrice.

Come rimuovere una cicatrice dopo l'ebollizione?

Spesso i pazienti che hanno sperimentato forme gravi di foruncoli, sono preoccupati per la domanda: come sbarazzarsi di cicatrici? Dopo la guarigione della ferita da ebollizione si forma una macchia scura. Inoltre, i fori dell'ebollizione sulla pelle possono apparire come piccole fosse, non di colore diverso da altre aree della pelle.

Foto 35 - Macchia scura dopo il foruncolo Foto 36 - Buco sulla pelle dopo il foruncolo

È possibile rimuovere una macchia rossa dal punto di ebollizione appena bollito con l'aiuto di farmaci. A questo scopo vengono utilizzati creme e unguenti, formulazioni speciali con vitamine e collagene, che contribuiscono alla rapida rigenerazione.

Foto 37 - L'unguento con collagene aiuterà a sbarazzarsi di una cicatrice

Una macchia nera è già una cicatrice formata praticamente da tessuto connettivo e, spesso, ha una leggera depressione. Al fine di comprendere la traccia di come rimuovere l'ebollizione guarita, è necessario consultare un cosmetologo o un dermatologo esperto.

Foto 38 - L'estetista ti dirà come rimuovere una cicatrice

Esistono metodi di rimozione laser, macinatura e peeling chimico, mesoterapia e altri mezzi.

Foto 39 - La macinatura aiuterà a liberarsi della cicatrice

Modi per rimuovere l'ebollizione, cosa è necessario sapere per trattare una ferita dopo l'apertura

Far bollire o bollire - un'infiammazione acuta del follicolo pilifero o della ghiandola sebacea causata da Staphylococcus aureus. Più spesso, appare sulla testa, sul viso, sul collo, sulle spalle, sulle ascelle, sulle cosce. Può essere esterno o interno. Il primo tipo appare sulla superficie della pelle, e il secondo - nella sua profondità. Quest'ultimo spesso non si dà da sé e questo è in pericolo di vita.

Un ascesso si verifica a seguito di lesioni microscopiche della pelle (graffi, abrasioni, tagli), rottura del sudore e delle ghiandole sebacee, organi digestivi, malnutrizione, immunità indebolita.

Corso e sintomi

I medici distinguono tre fasi di sviluppo del punto di ebollizione: la comparsa di infiltrazione, la formazione di pus e asta necrotica, la dissezione e la guarigione.

Durante la prima fase, la pelle intorno al futuro pustole si addensa e si arrossa. Allo stesso tempo, la sua sensibilità aumenta. Pertanto, toccare l'area interessata provoca dolore. Entro la fine del terzo giorno, il difetto assume la forma di un cerchio con un diametro fino a tre centimetri e la malattia procede allo stadio successivo.

Il quarto giorno inizia la formazione di ebollizione, accompagnata da un aumento della temperatura corporea fino a 39 ° C e dolore al sito di lesione. Un guscio appare sotto la pelle ai bordi, prevenendo l'infezione dei tessuti circostanti. Allo stesso tempo, una verga è formata nel centro di suppurazione sotto l'azione dei leucociti.

È un cilindro denso costituito da cellule cutanee infiammate, secrezione di ghiandole sebacee e un numero enorme di agenti patogeni. Alla fine del livello, il punto d'ebollizione assume la forma di un cono, che si alza di 3-5 mm sopra la pelle, al centro del quale si trova un cappuccio bianco. La formazione dura 7 giorni o più.

All'ultimo stadio, un eccesso di pus nella lesione provoca un'apertura indipendente dell'ebollizione. Questo processo è accompagnato dal rilascio di pus e asta verde scuro. Di conseguenza, si forma una ferita profonda che inizia a guarire il secondo giorno e guarisce completamente in 1-2 settimane, a seconda della profondità.

trattamento

Un dermatologo e un chirurgo sono coinvolti nel trattamento della malattia. Il primo usa per eliminare i farmaci, a causa dei quali l'ascesso dovrebbe esplodere. Il secondo specialista si sbarazza di lui con l'aiuto di strumenti speciali.

Se un ascesso ha meno di 1 centimetro di diametro, allora un dermatologo è coinvolto nella sua dissezione. In altri casi, è necessario contattare il chirurgo per un aiuto.

Trattamento farmacologico

L'obiettivo del trattamento prescritto dal dermatologo è quello di ridurre il tempo necessario per formare il nucleo (maturazione) e per facilitare la rimozione dell'ebollizione riducendo la forza della pelle.

La maturazione accelerata si ottiene aumentando l'afflusso di sangue nella zona danneggiata. Per fare questo, utilizzare medicazioni con pomata di ittiolo e fisioterapia sotto forma di calore secco (riscaldatori, sciarpe di lana).

Quando l'ebollizione è completamente formata, inizia a essere trattata con unguenti che hanno effetti antibiotici e anti-infiammatori: Levomekol, Levomethyl, Dioxicol. Si raccomanda di alternare il loro uso con unguenti Vishnevsky e ittiolo. La fuoriuscita dell'ebollizione avviene di solito il quinto giorno dopo il primo utilizzo dei farmaci.

Trattamento chirurgico

Per eliminare l'ebollizione ricorrere chirurgicamente, se è abbastanza grande o è accompagnato da una temperatura elevata. Se è nascosto nella profondità della pelle, allora deve essere tagliato insieme ad esso. In generale, la procedura di rimozione è indolore a causa dell'anestesia locale e dura circa 40 minuti.

Dopo l'iniezione dell'anestetico, il chirurgo taglia la pelle con un bisturi. Quindi rimuove l'asta con una pinzetta e pompa il pus dalla ferita. Viene lavato con una soluzione antisettica e l'unguento Vishnevsky o pomata di ittiolo viene applicato per estrarre il pus residuo. La procedura termina con l'imposizione di una medicazione occlusiva con un unguento contenente un antibiotico (tetraciclina, eritromicina).

Dopo che la ferita inizia a cicatrizzare, i mezzi assorbenti vengono sostituiti con quelli cicatrizzanti. La medicazione viene aggiornata 3 o 4 volte al giorno fino al completo recupero.

Trattamento domiciliare

L'autotrattamento e l'apertura di un ascesso sono consentiti solo come misura di emergenza in assenza di accesso a un'assistenza medica qualificata! Errori durante la procedura possono portare a gravi complicazioni e alla morte.

Rimozione del nucleo di ebollizione è accettabile se si rompe da solo, e la ferita è stata liberata dal pus. Maturazione senza alcun intervento si verifica 2 settimane dopo la comparsa dei primi sintomi. Se la procedura viene eseguita prima di questo periodo, allora c'è la probabilità di infezione nel sangue. E questo a sua volta porterà alla sepsi e alla morte. Anche i tentativi di spremere un punto d'ebollizione possono portare a conseguenze simili.

Per estrarre un nucleo necrotico, avrete bisogno di: un ago, una soluzione di clorexidina, una benda, una medicazione antisettica.

La sequenza di azioni è la seguente:

  • Trattare l'ago, il furuncle e la pelle intorno ad esso con un antisettico.
  • Agganciare con cautela il tappo con l'ago, chiudere l'ascesso e tirare fuori l'asta senza toccare i bordi.
  • Dopo l'estrazione, trattare la ferita con clorexidina.
  • Applicare una benda con un unguento antisettico.

A volte è possibile estrarre solo la parte superiore dell'asta. In questo caso, devi aspettare che il pus sia completamente fuori.

Azioni per l'apertura automatica

La prima cosa da fare con questo evento è prevenire la re-infezione. Per fare questo, asciuga le mani con l'alcol. Quindi, bagnando il batuffolo di cotone, asciugare l'ebollizione e contemporaneamente rimuovere il pus rilasciato. Dopo il trattamento, deve essere applicata una medicazione con pomata Vishnevsky o ittiolo.

Per evitare che un tale incidente ti colga alla sprovvista per strada, porta con te una bottiglia di alcol, una benda e un unguento per tutta la durata della malattia.

Spesso una svolta è accompagnata da un leggero sanguinamento. È pericoloso in quanto i batteri possono entrare nel flusso sanguigno. Per fermarlo, è necessario eseguire le seguenti manipolazioni:

  • Lavare la cavità della ferita con un antisettico.
  • Riempilo con cotone idrofilo avvolto in una benda.
  • Applicare una benda di pressione.
  • Contatta l'istituto medico.

Quando si contatta il medico può prescrivere un ciclo di antibiotici per prevenire l'infezione del sangue.

Regole per il trattamento di una ferita dopo l'apertura

Medicazione eseguita correttamente - un impegno di recupero rapido. Per fare ciò, esegui una semplice sequenza di azioni:

  • Indossare guanti di gomma e trattarli con qualsiasi antisettico disponibile. Clorexidina o vodka, per esempio.
  • Rimuovere un unguento dalla ferita con un batuffolo di cotone o un bastoncino.
  • Lavarlo con perossido di idrogeno, furatsilinom o permanganato di potassio (permanganato di potassio).
  • Per 5-10 minuti, inserire un tampone da una benda imbevuta di soluzione ipertonica. È venduto in una farmacia chiamata soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio.
  • Applicare l'agente drenante pus (unguento assorbente) nella cavità.
  • Chiudere la ferita con una benda lubrificata con una preparazione antisettica.

complicazioni

I problemi causano l'ebollizione solo in caso di terapia errata o tardiva. Queste malattie includono:

  • abrasioni;
  • meningite purulenta;
  • infiammazione dei linfonodi;
  • sepsi;
  • l'artrite;
  • visione offuscata;
  • infiammazione delle pareti delle vene.

L'autotrattamento porta anche alla comparsa di cicatrici e foche sul punto di ebollizione. Se la terapia viene condotta sotto la supervisione di un medico, allora questo non succede mai.

Eliminazione dei difetti della pelle dopo la malattia

Per evitare l'apparizione della cicatrice nel luogo in cui si è verificata una ferita profonda, durante la sua guarigione, usare Contractubex o unguento con eparina.

In alcuni casi, una macchia piuttosto grande rimane nel punto dell'ascesso, per il quale l'uso di unguenti è inefficace. Quindi puoi chiedere di nuovo aiuto al chirurgo. Taglierà una formazione densa e prescriverà una terapia che elimina la comparsa di cicatrici.

I saloni di bellezza offrono la loro soluzione a questo problema: peeling chimico o rimozione con un laser. Questi metodi possono essere utilizzati, se sono trascorsi almeno 2 mesi dal ripristino.

prevenzione

Per prevenire la comparsa di bolle occorre:

  • mantenere il corpo pulito;
  • non usare indumenti sporchi e inappropriati;
  • mantenere l'immunità con una corretta alimentazione, preparazioni multivitaminiche e attività fisica.

A bollire è una formazione dolorosa, purulenta, accompagnata da febbre. Viene trattato con antibiotici topici. Con il trattamento sbagliato può causare gravi complicazioni, persino la morte.

Come aprire correttamente il foruncolo in modo che la ferita guarisca rapidamente?

L'ebollizione è una malattia infiammatoria del follicolo pilifero, in cui si ha accumulo di pus e necrosi tissutale. La malattia causa Staphylococcus aureus, che entra nel corpo a causa di vari fattori concomitanti.

Per non provocare lo sviluppo di complicazioni, è necessario sapere cosa fare se l'ebollizione si è aperta. Ci sono diverse regole di base che devi assolutamente prendere in considerazione.

Devo eseguire l'ebollizione dell'autopsia?

La formazione di un punto d'ebollizione si verifica in più fasi. Se descrivi brevemente questo processo, assomiglia a questo: prima c'è l'infiammazione, poi la pelle si gonfia e si arrossa, e poi appare il pus.

Dopo un po ', una bacchetta necrotica si forma al centro dell'ascesso e successivamente, nella maggior parte dei casi, si verifica un'apertura dell'ebollizione.

Se durante questo è corretto eseguire il trattamento e quindi prendersi cura della ferita, allora guarirà rapidamente e il rischio che una brutta cicatrice rimanga sarà minimo.

Alcune persone commettono un errore enorme: spremono il pus da un punto d'ebollizione che non è maturo. Di conseguenza, la situazione è esacerbata perché l'infezione si diffonderà ad altri tessuti e entrerà nel flusso sanguigno, portando alla sepsi. Inoltre, la ferita è un accesso aperto per vari microbi, che porterà ad ulteriori infezioni.

Solo un chirurgo può impegnarsi nell'apertura dell'ascesso, evitando così conseguenze negative. L'operazione viene eseguita per un breve periodo di tempo in anestesia locale. Ricorda che se l'ebollizione non viene aperta, c'è il rischio di formazione di ascessi e diffusione della malattia ad altri tessuti e organi.

L'algoritmo per l'apertura del bollore: un metodo chirurgico

L'ebollizione viene rimossa su base ambulatoriale e l'ospedalizzazione è necessaria solo quando si sviluppano complicazioni della malattia, ad esempio quando un paziente è in ritardo nel trattamento di un medico o quando si forma un ascesso sul viso, sul collo e sul naso.

L'apertura di ebollizione è effettuata secondo questo schema:

  • In modo che il paziente non senta dolore severo, viene eseguita l'anestesia locale. I seguenti farmaci sono comunemente usati per l'anestesia: Novocain, Lidocaina, Ubestezin, ecc.;
  • Lo scopo della chirurgia è rimuovere il nucleo e assicurare il deflusso del pus accumulato. Per l'operazione ha usato un bisturi e forbici. Viene praticata un'incisione e quindi la barra viene rimossa;
  • Ci sono casi che dopo tutte le manipolazioni, il medico lascia un drenaggio nella ferita - un elastico che è sterile. Questo è necessario per garantire il rilascio di tutti i pus;
  • Dopo di ciò, la ferita deve essere trattata con perossido di idrogeno e quindi applicare una benda sterile. Se tutto è stato fatto correttamente, la temperatura e l'edema diminuiscono in un breve periodo di tempo. Se riappare la febbre, indica che si sta verificando un ritardo del pus. Il medico rimuove il drenaggio quando viene rilasciato tutto il pus.

Nel periodo di epitelizzazione, è necessario utilizzare l'unguento. Pertanto, è possibile ottenere buoni risultati nell'applicazione di Levomekol e Levosin, poiché questi agenti hanno effetti antibatterici e cicatrizzanti. Le medicazioni sono fatte ogni giorno. Gli antibiotici sono anche prescritti, sia per la somministrazione orale che sotto forma di iniezioni. Nella maggior parte dei casi, è sufficiente un corso di ammissione di cinque giorni.

Vale la pena prestare attenzione ai metodi innovativi di rimozione dell'ebollizione, che sono diventati una sostituzione più benigna dell'operazione. Le procedure di fisioterapia sono utilizzate in congiunzione con un ciclo di antibiotici per l'apertura rapida dell'ebollizione e aiutano anche a velocizzare il processo di guarigione della ferita. Di solito utilizzare procedure basate sull'uso di calore secco e onde di diverse lunghezze.

La fisioterapia ha una serie di vantaggi e riguarda innanzitutto il fatto che il paziente non avverte dolore durante la manipolazione, ma solo formicolio. Per eliminare qualsiasi sensazione, è consentito l'uso dell'anestesia. Inoltre, questo trattamento è virtualmente esangue e lo sviluppo degli effetti collaterali è ridotto a zero.

I raggi laser o ultravioletti disinfettano ulteriormente la ferita, riducendo il rischio di recidiva. Un vantaggio significativo della fisioterapia è che cicatrici e cicatrici non rimangono dopo il trattamento, il che è particolarmente importante in situazioni in cui l'ebollizione è comparsa sul viso o su altre aree aperte del corpo.

Le principali procedure utilizzate:

  • Ultrasuoni. L'ascesso è esposto alla testa per alcuni minuti. Grazie a tali procedure, l'ebollizione viene risolta o aperta più velocemente;
  • Radiazioni UV. Tali procedure aiutano a ridurre il dolore e a liberarsi dalla sensazione di bruciore. È usato in parallelo con l'assunzione di antibiotici. L'area problematica è influenzata dai raggi ultravioletti;
  • Usa un laser. Una nuova tecnica in cui l'ebollizione viene trattata con calore secco, che accelera il processo di apertura e la guarigione delle ferite. Il rischio di formazione di cicatrici è minimo.

Il boil si è rotto: cosa fare?

Spesso l'apertura dell'ebollizione avviene in modo indipendente e in questo caso è necessario conoscere le regole di trattamento della pelle e della ferita per evitare complicazioni:

  • In primo luogo, determinare se il nucleo dell'ascesso, che è una massa densa, è di colore più scuro rispetto al pus. Nel caso in cui ciò non avvenga, è necessario consultare un medico, poiché tale situazione è pericolosa e può portare alla diffusione dell'infezione all'interno;
  • Quando l'asta è uscita completamente e rimane una cavità chiara, deve essere trattata con perossido di idrogeno al 3%. È importante spostare il tampone dai bordi al centro per evitare la diffusione del pus su altri tessuti sani;
  • Utilizzare una garza per trattare il sito della ferita, in quanto il cotone può far rimanere le fibre nella ferita. Ciò porterà alla re-suppurazione;
  • In questa fase si applica una medicazione sterile con unguenti antibatterici o cicatrizzanti. Il medico deve selezionarli secondo le indicazioni. Nel caso in cui vi sia il rischio di diffondere l'infezione, allora vale la pena usare Levomekol, Dioxisol e Oflokain;
  • Molti sono interessati a cosa elaborare l'ebollizione dopo l'apertura. Quindi, al fine di accelerare il processo di guarigione e migliorare le abilità rigenerative, è consigliabile effettuare medicazioni con unguenti curativi.

Dovremmo anche considerare le proprietà di alcuni farmaci usati per le bolle:

  • Ichthyol unguento. Usato dopo aver aperto l'ascesso. Nella composizione c'è un prodotto di lavorazione dello scisto - ittiolo, che è un forte antisettico, in grado di affrontare efficacemente una vasta gamma di microrganismi. Ha un'azione disinfettante, battericida, antinfiammatoria e analgesica. Accelera questo unguento e danneggia il processo di rigenerazione. Prima dell'uso, si raccomanda di testare le allergie. L'unguento si impone sotto forma di applicazioni. Per fare questo, applicare una piccola quantità su un batuffolo di cotone o una garza. Mettilo sul posto del problema, riparando l'intonaco. Si consiglia di cambiare la benda 2-3 volte al giorno. Il trattamento impiega 3-5 giorni;
  • Unguento alla tetraciclina. Questo agente antibatterico è il più conveniente. Una parte dell'antibiotico distrugge rapidamente i patogeni a livello cellulare. Applicare il farmaco meglio sotto la benda, imponendo uno spesso strato. Mantenere l'impacco dovrebbe essere di alcune ore;
  • Syntomycin unguento. La composizione include un antibiotico ad ampio spettro, che fa fronte a diversi batteri. Secondo le istruzioni, l'unguento deve essere trattato più volte al giorno. Per lungo tempo l'uso di questo strumento non può, perché molti microrganismi producono dipendenza dal principio attivo;
  • Levomekol. Questo farmaco è considerato una combinazione poiché non contiene solo un antibiotico, ma anche una sostanza metiluracile, che stimola il sistema immunitario e accelera il processo di rigenerazione dei tessuti. Levomekol consente di arrestare rapidamente il processo infiammatorio, affrontando i batteri patogeni. Usalo fino a diverse volte al giorno, applicato sulla pelle. È permesso usare Levomekol se l'ebollizione è sul viso. Se un ascesso si trova sul corpo, quindi applicalo sotto una benda;
  • Unguento di zinco Questo agente curativo ha un effetto antinfiammatorio secco, antisettico e lieve. A causa della presenza di proprietà igroscopiche, il processo di rigenerazione viene accelerato. Questo unguento è considerato il più sicuro perché non ha effetti collaterali e controindicazioni;
  • Solkoseril. È possibile trattare la ferita con questo unguento, che ha un effetto di rigenerazione e di cicatrizzazione pronunciato. Incluso nella preparazione di sostanze stimola la produzione di collagene, accelerando il processo di divisione cellulare. Questo strumento migliora anche i processi metabolici, che è importante per il rapido recupero della pelle. Il solcoseryl è considerato una medicina sicura perché la sua unica controindicazione è l'idiosincrasia.

È importante dire che gli agenti antimicrobici devono essere processati non solo sulla ferita, ma anche sulla pelle sana attorno ad essa, approssimativamente in un raggio di 3 cm.

Nel caso in cui il trattamento sia stato eseguito in modo non corretto, il processo di guarigione sarà ritardato e vi è il rischio di complicanze.

Capiremo quanto guarisce la ferita dopo aver aperto l'ebollizione? Quindi, tutto dipende dalle sue dimensioni. Se l'ulcera era di piccole o medie dimensioni, allora tutto guarisce entro 7-10 giorni e per le formazioni di grandi dimensioni il tempo di rigenerazione è di 2-4 settimane.

Ora sai come agire se viene rivelata l'ebollizione. Segui tutte le regole e, se necessario, contatta il tuo medico in modo che non ci siano complicazioni.

Come si aprono le bolle

Il foruncolo è un grande centro di suppurazione, innescato da batteri anaerobici (un'infezione da stafilococco). Tali ulcere si trovano in profondità sotto la pelle e maturano a lungo. Le infiammazioni possono far male, quindi per un rapido sollievo dal problema si pratica l'apertura chirurgica dell'ebollizione.

Come sbarazzarsi di un punto d'ebollizione?

Il trattamento farmacologico è spesso praticato per curare le bolle. Consistono nel trattamento degli ascessi con unguenti speciali. In ogni fase di sviluppo dell'ascesso vengono utilizzati diversi farmaci. In primo luogo, utilizzare un unguento, accelerando la maturazione dell'ebollizione. L'uso di tali farmaci consente di accelerare la formazione di nucleo purulento e spingere il contenuto della cavità dell'ulcera più vicino alla superficie della pelle.

Quindi applicare un unguento emolliente, facilitando il processo di ebollizione auto-apertura. Quando il contenuto purulento inizia a fuoriuscire, si forma una ferita profonda per il trattamento di cui gli antisettici sono applicati. Allo stesso tempo con antisettici, è necessario utilizzare anche i farmaci antibatterici, che consentono di evitare l'infezione della pelle sana. Vengono anche usati medicinali per la guarigione delle ferite.

A volte c'è bisogno di aprire l'ebollizione. Spesso i pazienti si trovano di fronte al fatto che un ascesso non matura per molto tempo. Il contenuto purulento rimane profondo sotto la pelle e non può uscire, che è accompagnato da una serie di sintomi spiacevoli - febbre, dolore nell'area di suppurazione, disagio quando viene toccato.

Se è necessario accelerare il processo di recupero, è necessario contattare il chirurgo che eseguirà una procedura di autopsia e rimuovere il contenuto purulento della cavità infiammata. A casa, non puoi aprire l'ebollizione.

Aprendo l'ascesso

L'autopsia dovrebbe essere eseguita solo da un medico. Il trattamento viene effettuato in una sala chirurgica. L'intera procedura non richiede molto tempo, ma richiede il giusto approccio. A causa delle peculiarità della posizione profonda della suppurazione, l'autopsia chirurgica viene eseguita in anestesia locale.

Il medico tratta la pelle con un anestetico e una soluzione antisettica. Quindi una piccola incisione è fatta con un bisturi. Il chirurgo rimuove un nucleo solido purulento con uno strumento speciale, quindi pulisce la cavità del contenuto residuo. Si forma una grossa ferita a livello del furuncle, che viene poi trattata con una soluzione antisettica e coperta con una benda.

La medicazione deve essere cambiata più volte al giorno. Direttamente nella cavità formata vengono applicati unguenti che prevengono l'infezione della ferita e accelerano la rigenerazione dei tessuti. A tal fine, il medico può utilizzare un unguento tetraciclina o idrocortisone, Levomekol è usato per il trattamento di piccole ferite.

La ferita è piena di unguento e la parte superiore è coperta da una benda. La prossima volta che cambierai la benda, la ferita deve essere pulita dai residui dell'unguento e ri-trattata con la preparazione.

Consultare un medico per un consiglio su come aprire un punto d'ebollizione, è necessario nei seguenti casi:

  • se le dimensioni dell'ascesso superano i 10 mm di diametro;
  • se l'ebollizione è infiammata, ma i contenuti purulenti non escono;
  • con la formazione di un ascesso;
  • in caso di forte dolore nell'area di suppurazione e febbre.

Dovresti anche consultare il chirurgo se l'ebollizione si è rotta in modo indipendente, ma dopo un po 'la suppurazione si è sviluppata di nuovo nello stesso punto.

Trattamento domiciliare

Aprire l'ebollizione in casa è severamente vietato. È impossibile pulire la ferita stessa dopo aver aperto l'ascesso, questo viene fatto solo con l'aiuto di strumenti speciali.

Un foruncolo erroneamente aperto, nel migliore dei casi, si rigonfierà e, nel peggiore dei casi, potrebbe svilupparsi una sepsi, con il risultato che l'infezione si diffonde in tutto il corpo.

Il trattamento dell'ebollizione a casa viene effettuato con l'aiuto di unguenti speciali. Quale farmaco dovrebbe essere usato dipende dallo stadio di sviluppo dell'ascesso.

Quando la pelle è appena apparsa un po 'di infiammazione, applicare un unguento, accelerando la maturazione delle ulcere. Per questo, l'unguento di ittiolo è spesso prescritto. Il farmaco estrae il pus e allo stesso tempo ammorbidisce il tessuto, facilitando una facile dissezione dell'ascesso. Il farmaco viene applicato a una benda di garza, che viene poi applicata a ebollizione. La medicazione viene cambiata 3-4 volte al giorno.

Quando il contenuto purulento è chiaramente visibile sotto la pelle e si vede il nucleo completamente formato dell'ascesso, l'unguento di ittiolo viene sostituito da Levomekol. Questo farmaco ha un marcato effetto antibatterico ed è efficace contro i microrganismi anaerobici, incluso lo Staphylococcus aureus, che provoca la comparsa di bolle. Levomekol si applica anche alla medicazione, che viene applicata all'ascesso infiammato.

Alcuni giorni dopo che l'ebollizione è matura, viene aperta. L'ebollizione viene solitamente aperta per 3-5 giorni dopo l'inizio dell'uso di unguenti, accelerando la maturazione dell'ascesso. I contenuti purulenti escono e devono essere accuratamente rimossi. Per fare questo, inumidire un batuffolo di cotone in qualsiasi soluzione antisettica e pulire accuratamente la ferita e la pelle intorno ad esso.

Per evitare l'infezione, è necessario utilizzare un unguento antibatterico. Dopo aver aperto l'ascesso, il trattamento può essere continuato, poiché la presenza di pus nella ferita non riduce l'efficacia di questo farmaco. Il trattamento della ferita continua anche quando tutto il pus è fuori e la ferita è pulita. Allo stesso tempo, è importante controllare che anche l'asta di ebollizione esca. Se ciò non accade, non può essere rimosso da solo, è necessario visitare il chirurgo.

Se l'asta è fuori, continuare il trattamento con agenti di guarigione della ferita. Per fare questo, puoi continuare a usare Levomekol, poiché contiene un componente che accelera la rigenerazione dei tessuti, o unguento Vishnevsky. L'unguento selezionato viene applicato sulla ferita con uno spesso strato e coperto con una benda sulla parte superiore. La medicazione deve essere cambiata tre volte al giorno.

Se, nonostante l'uso di unguenti, l'ascesso non si apre a lungo, è necessario consultare il proprio medico.

Regole di trattamento delle ferite

Dopo l'apertura, l'ebollizione viene trattata con soluzioni antisettiche. Se l'ebollizione viene aperta nella sala operatoria, il medico eseguirà il trattamento iniziale della ferita e la benderà, quindi spiegherà come accelerare la guarigione della ferita e quanto spesso fare la medicazione.

I seguenti farmaci sono usati per guarire il foruncolo aperto:

Diverse volte al giorno devono essere trattate con una ferita antisettica. Per fare questo, è possibile utilizzare una soluzione di perossido o clorexidina. L'antisettico selezionato viene abbondantemente applicato su un batuffolo di cotone, che viene applicato sulla ferita per alcuni secondi. Dopo l'elaborazione viene applicato unguento. L'unguento viene applicato con uno spesso strato, riempiendo la cavità formata dopo la rimozione del pus. Viene applicata la fasciatura superiore. L'unguento di trattamento viene effettuato tre volte al giorno. Prima di applicare un nuovo strato di unguento, è necessario rimuovere i resti del farmaco con un batuffolo di cotone.

Che tipo di pomata usare dopo aver aperto il bollore - ogni paziente decide da solo o prescritto da un medico. Levomekol ha un effetto antibatterico e accelera la rigenerazione dei tessuti. Questo farmaco è raccomandato per la guarigione di grandi bolle, in quanto i componenti antibatterici del prodotto proteggeranno contro il ripetersi della suppurazione.

Per curare chiria di medie dimensioni, viene usato unguento Vishnevsky. Non tutti i pazienti sono disposti a tollerare l'odore specifico di questo unguento, quindi può essere sostituito con Rescuer o Solcoseryl. Questi preparati sono intesi per la guarigione di ferite superficiali, quindi non vengono utilizzati per grandi bolle.

È necessario trattare il foruncolo curativo per almeno 5 giorni. I medici raccomandano di applicare l'unguento fino a quando la ferita non è completamente stretta. Levomekol non può essere usato per lungo tempo, è necessario trattare l'ebollizione con questo farmaco per non più di sette giorni. Quindi Levomekol viene sostituito con unguento Vishnevsky, Solcoseryl o qualsiasi altro agente di guarigione delle ferite.

Quante bolle si curano dipende dalle sue dimensioni. La guarigione completa della ferita dopo l'apertura di un piccolo ascesso avviene entro due settimane. Le grandi bolle guariscono più a lungo - fino a un mese. Se l'ebollizione è guarita e una cicatrice si è formata al suo posto, per un certo periodo di tempo vengono usate pomate per sciogliere le cicatrici.

Altri Articoli Sulle Tipologie Di Acne