Azitromicina per l'acne è un farmaco antibatterico popolare che viene utilizzato per inibire l'attività vitale di molti microrganismi. Il farmaco viene spesso prescritto a pazienti che hanno l'acne sulla loro pelle. Se il regime di trattamento viene rispettato entro un mese, le lesioni infiammatorie diminuiscono e in otto settimane l'acne scompare.

Efficacia antibiotica

L'azitromicina ha un effetto batteriostatico, a seguito della quale gli agenti patogeni smettono di moltiplicarsi e muoiono presto. Nel caso dell'uso del farmaco per la foruncolosi, l'attenzione infiammatoria cessa di rilasciare contenuto purulento, che è un nutriente per i microbi. La forza dell'infiammazione si attenua gradualmente e con il tempo l'ebollizione scompare.

Con l'acne singola l'azitromicina è inefficace. Un risultato evidente non può aspettare se non viene utilizzato nessun altro trattamento dell'acne. Il processo infiammatorio svanirà, il gonfiore e il rossore passeranno, ma il liquido patologico accumulato nella ghiandola sebacea resterà all'interno. Di conseguenza, il brufolo diventerà meno evidente, ma non scomparirà.

Vantaggi e svantaggi di Azithromycin

Un antibiotico non può essere considerato il trattamento più appropriato per l'acne. Ma in alcune situazioni è insostituibile.

Tra i vantaggi di Azithromycin sono:

  • rapido raggiungimento di risultati visibili, a differenza di altri farmaci;
  • il farmaco è adatto per uso esterno e interno;
  • l'agente tende ad accumularsi nelle strutture del corpo, quindi l'effetto terapeutico dura pochi giorni dopo l'ultima dose;
  • Il trattamento scelto con azitromicina per l'acne consente di eliminare altre malattie che hanno una forma di flusso latente.

Qualsiasi antibiotico influisce negativamente sullo stato generale di salute. Pertanto, nell'eritmia dermatologica l'azitromicina è prescritta solo quando assolutamente necessario.

L'uso del farmaco è accompagnato da alcuni fenomeni negativi:

  • quando assume Azitromicina internamente, il fegato è sovraccarico;
  • le funzioni protettive del corpo sono ridotte, con conseguente aumento della sensibilità agli effetti negativi dell'ambiente esterno;
  • con azitromicina, il paziente può manifestare gravi manifestazioni allergiche;
  • dopo la fine del trattamento, può verificarsi una recidiva.

Regimi di trattamento e maschere con azitromicina

Per ottenere i massimi risultati, è necessario osservare attentamente il regime terapeutico e il dosaggio prescritti. L'azitromicina contro l'acne deve essere assunta una volta al giorno, una compressa prima dei pasti o due ore dopo di essa.

Per una completa pulizia della pelle dall'acne, si raccomanda di fare le stesse pause tra l'uso del farmaco.

Oltre alla ricezione interna, l'azitromicina viene utilizzata per la preparazione di maschere terapeutiche:

  • Una compressa del farmaco viene macinata in polvere e viene aggiunta una piccola acqua per formare un impasto. La miscela finita dovrebbe essere applicata in modo puntato al mattino e alla sera nei luoghi in cui ci sono acne;
  • Una compressa di soprastinina e azitromicina viene macinata in polvere e diluita con acqua in una sospensione. La massa risultante viene applicata alle aree problematiche. La pelle viene massaggiata per diversi minuti, quindi lavare la maschera con acqua tiepida;
  • Pillola Azitromicina, aggiungere gel di aloe e unguento Vishnevsky. La miscela è ben mescolata e applicata a zone con eruzioni cutanee. La maschera viene tenuta sul viso per 10 minuti. Quindi viene lavato via con acqua tiepida e sapone per bambini.

Effetti collaterali

L'azitromicina per l'acne, come antibiotico, può essere un provocatore di effetti collaterali. Il farmaco in sé non è tossico, ma si verificano sintomi indesiderati.

Quando preso internamente, l'antibiotico influisce negativamente non solo sui batteri, ma anche sulla microflora intestinale benefica. Di conseguenza, il paziente può sviluppare dysbacteriosis o altri disturbi digestivi.

L'uso di azitromicina può contribuire alla disfunzione epatica. Nel corpo iniziano a indugiare sostanze tossiche, ridotti livelli di produzione di glicogeno. Il paziente diventa letargico, irritabile, inizia a provare una costante sensazione di fame.

Con l'uso esterno del farmaco sulla pelle può apparire arrossamento, gonfiore. La pelle inizia a prudere e staccarsi. Se ingerito, possono verificarsi sintomi allergici comuni.

Controindicazioni

Prima di prendere Azitromicina per l'acne sul viso, è necessario esaminare attentamente le controindicazioni disponibili. Ciò contribuirà ad evitare lo sviluppo di segni indesiderati.

Le principali precauzioni per l'assunzione di Azitromicina sono che il paziente abbia:

  • ipersensibilità al farmaco;
  • gravi patologie epatiche;
  • Lavoro rotto del cuore;
  • Insufficienza renale;
  • la gravidanza;
  • l'allattamento.

Se trovi qualche controindicazione a una persona per eliminare l'acne, devi prendere un'altra medicina. In questo modo puoi prevenire il verificarsi di gravi complicazioni.

Raccomandazioni per la prevenzione delle ricadute

Lo svantaggio principale del trattamento delle lesioni con Azitromicina è l'alto rischio di recidiva dopo che il farmaco è stato completamente rimosso dal corpo. Per evitare questo e non tornare al trattamento dopo la fine del corso terapeutico, è necessario seguire alcune regole.

I dermatologi consigliano:

  • mangiare cibo sano, ridurre la quantità di cibi consumati piccanti, grassi, dolci e fritti;
  • due volte al giorno per mantenere l'igiene della pelle e pulirla regolarmente con scrub;
  • utilizzare prodotti per la cura di alta qualità o utilizzare un semplice sapone per bambini, oli naturali;
  • Non applicare sulla pelle cosmetici tonali, che limitano l'accesso dell'ossigeno ai pori;
  • cerca di non toccarti il ​​viso con le mani per tutto il giorno. In questo modo puoi evitare l'infezione e la comparsa di nuove eruzioni cutanee;
  • Non provare a spremere un brufolo! Se l'eruzione dà un sacco di disagi, è meglio ricorrere ai servizi di un cosmetologo qualificato.

Azitromicina antibiotica per l'acne ha un effetto negativo sul fegato, l'intestino e il sistema immunitario, distrugge la microflora benefica. Tuttavia, il farmaco combatte efficacemente l'acne, qual è il suo principale vantaggio. È importante leggere le istruzioni, seguire tutte le raccomandazioni per l'uso e il dosaggio.

fonti:

Vidal: https://www.vidal.ru/drugs/azithromycin__24064
GRLS: https://grls.rosminzdrav.ru/Grls_View_v2.aspx?routingGuid=464b69bc-52b8-420f-a2fd-5160efbe8523t=

Trovato un bug? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Azitromicina per l'acne

Applicare l'agente antibiotico "Azitromicina" per l'acne e l'acne è importante per la patologia dermatologica fase 2 e 3. Il farmaco è altamente efficace e aiuta a risolvere rapidamente il problema dell'acne. Non è raccomandato l'uso senza la nomina di un medico specializzato - un dermatologo o un cosmetologo. Solo uno specialista qualificato può selezionare correttamente la dose e determinare se il paziente ha controindicazioni all'uso di Azitromicina.

Proprietà e indicazioni

L'antibiotico azithromycin è caratterizzato da una proprietà battericida pronunciata. Come risultato dei suoi effetti sulla pelle, gli agenti patogeni esistenti muoiono. Se il farmaco è stato prescritto per la foruncolosi, allora il principio attivo, lo stesso nome con il nome dell'antibiotico, penetra nel fuoco dell'infiammazione e sopprime il processo di produzione di pus - la principale fonte per la nutrizione degli agenti patogeni. A causa di ciò, il corso del processo infiammatorio viene interrotto e il problema passa presto.

Quando si utilizza "Azithromycin" nel caso di un singolo brufolo brufolo risultati positivi non possono aspettare. Manifestazioni esterne di un problema dermatologico scompariranno (edema, arrossamento), ma è improbabile che sia possibile eliminare il sebo accumulato nella secrezione esterna della ghiandola. L'azitromicina non è il modo migliore per combattere l'acne e l'acne, ma a volte non si può farne a meno. Molti preferiscono direttamente l'antibiotico Azitromicina, perché ha i seguenti vantaggi rispetto ad altri medicinali con un effetto simile:

  • Agisce in tempi relativamente brevi, il che significa che il tempo dedicato alla terapia è molto inferiore.
  • Adatto per l'elaborazione sia orale che esterna.
  • In grado di accumulare effetto, vale a dire, l'effetto terapeutico dopo il ritiro della droga persiste per qualche altro giorno.
Torna al sommario

Istruzioni per l'uso

Come ogni prodotto medico, Azitromicina ha effetti collaterali, quindi non dovresti iniziare a trattare macchie nere e brufoli sul viso senza prima consultare un medico.

Oltre a prendere il farmaco, è efficace utilizzarlo sotto forma di una maschera, che viene applicata sull'acne.

Lo schema di trattamento per l'acne è scelto da un medico individualmente per ciascun paziente, a seconda della gravità del problema dermatologico. Di solito viene prescritto un antibiotico per bere 1 etichetta. una volta al giorno alla stessa ora, sempre prima dei pasti o dopo di esso dopo 2 ore. E anche efficace "Azitromicina", se la usi esternamente sotto forma di maschere. La ricetta per una maschera efficace è la seguente:

  1. Prendi 1 compressa e pesta in polvere.
  2. Aggiungere una piccola quantità di acqua e mescolare fino a quando appare un impasto denso omogeneo.
  3. Applicare la miscela sulle aree problematiche, ripetendo la procedura al mattino e alla sera.

Si consiglia di utilizzare Azitromicina per l'acne e l'acne in combinazione con Suprastin. Per fare questo, prendi 1 tab. e li macina anche a una struttura polverosa. Diluire la sospensione risultante con acqua in luoghi dolorosi. Massaggiare la pelle del viso per circa 3 minuti e risciacquare con acqua tiepida. Pulire i pori sotto la maschera, preparati come segue:

  1. Prendere in polvere 1 tavoletta "Azitromicina", una piccola quantità di gel di aloe e linimento balsamico secondo Vishnevsky.
  2. Gli ingredienti sono ben miscelati con una struttura uniforme.
  3. Applicare la miscela ai brufoli.
  4. Dopo 10 minuti, lavare con sapone per bambini.
Torna al sommario

Chi ferirà?

Per il trattamento dell'acne "Azitromicina" era estremamente positivo, è importante aderire agli schemi medici raccomandati. Questo è certamente importante, ma non solo se l'antibiotico viene usato impropriamente, possono svilupparsi conseguenze indesiderabili. Possono anche essere provocati dalle circostanze in cui il farmaco è controindicato. E le seguenti condizioni patologiche riguardano loro:

  • gravi disturbi al fegato;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco;
  • disfunzione renale;
  • incoerenza del ritmo cardiaco.

Non adatto per la lotta contro l'acne "Azitromicina" per le donne nel periodo della gravidanza e dell'allattamento al seno.

Lato negativo

Un farmaco antibatterico può portare a effetti collaterali come:

  • dysbacteriosis e altri disordini dell'elaborazione degli alimenti nel tratto gastrointestinale;
  • deterioramento del fegato;
  • letargia, irritabilità;
  • esfoliazione, arrossamento, prurito e gonfiore del derma.
Torna al sommario

Medicine simili

L'azitromicina non è l'unica droga del gruppo di antibiotici, quindi, se necessario, può essere sostituita, non vi è alcuna difficoltà a trovare una medicina con una composizione e un principio d'azione simili. Tuttavia, se l'analogo selezionato può essere applicato nella lotta contro l'acne dovrebbe essere deciso da un dermatologo. Di solito, la sostituzione di "Azitromicina" è selezionata tra i seguenti dispositivi medici:

  • "Sumametsin";
  • "Zitnob";
  • "Azivok";
  • "Sumamoks";
  • "Azitral";
  • "Sumaklid";
  • "Azitsid";
  • "Zitrolid";
  • "Azimitsin";
  • "Hemomitsin";
  • "AzitRus";
  • "Sumazid";
  • "Ecomed".
Torna al sommario

Condizioni di vendita e conservazione

L'agente antibatterico viene rilasciato dalle farmacie su prescrizione medica. Per prevenire effetti indesiderati dall'assunzione di azitromiina, dovrebbe garantire le condizioni adeguate di risparmio e non usarlo dopo la data di scadenza. Un farmaco è valido per 2 anni, mentre le compresse devono essere conservate in un luogo buio, lontano da umidità ea una temperatura non superiore a 23 gradi Celsius. I bambini piccoli e gli animali non dovrebbero avere accesso al medicinale.

Azitromicina nella lotta contro l'acne

L'azitromicina è un farmaco antibatterico utilizzato per combattere una varietà di microrganismi. Viene spesso prescritto a persone che soffrono di acne. Con un uso corretto e regolare del farmaco per un mese, l'infiammazione diminuisce del 20% e dopo 8 settimane l'acne scompare del tutto.

Efficacia del farmaco

L'azitromicina ha una proprietà battericida, quindi i microrganismi patogeni muoiono semplicemente sotto la sua influenza. Se il farmaco viene usato con l'aspetto di un punto d'ebollizione, l'attenzione del processo infiammatorio arresta la produzione di pus, che è la principale fonte di nutrimento per i microbi. Per questo motivo, vi è un netto miglioramento nel corso dell'infiammazione e nel tempo il problema scompare.

Se l'azitromicina è usata nel caso di una singola acne, allora non puoi aspettare un effetto evidente. In particolare, quando il farmaco viene utilizzato in isolamento e non viene eseguito nessun altro modo per influenzare il brufolo.

Il processo infiammatorio in questo caso scomparirà, a causa del quale il rossore e il gonfiore passeranno, ma il segreto che si è accumulato nella ghiandola sebacea non andrà da nessuna parte, e il dotto escretore chiuderà anche l'uscita. Di conseguenza, il brufolo svanirà e diminuirà di dimensioni, ma non scomparirà.

Vantaggi e svantaggi di Azithromycin

L'uso di antibiotici non è il modo migliore e più sicuro per sbarazzarsi dell'acne. Tuttavia, ci sono alcune circostanze in cui è impossibile fare a meno di loro.

Considera i benefici di Azithromycin nella lotta contro le eruzioni cutanee:

  • rispetto ad altri farmaci, il trattamento con Azithromycin richiede molto meno tempo;
  • il farmaco è adatto sia per uso interno che esterno;
  • a causa del fatto che durante la terapia si verifica un effetto cumulativo, l'effetto terapeutico non termina entro pochi giorni dalla fine dell'assunzione del farmaco;
  • durante il periodo di terapia terapeutica, è possibile liberarsi contemporaneamente di altre malattie che hanno un carattere nascosto.

Non è un segreto per nessuno che gli antibiotici influenzino negativamente il corpo. Da eruzioni cutanee sotto forma di acne, sono prescritti solo quando assolutamente necessario. L'uso di azitromicina ha i seguenti aspetti negativi:

  • per uso interno, l'azitromicina produce un carico eccessivo sul fegato;
  • abbassa il funzionamento del sistema immunitario, grazie al quale il corpo diventa più sensibile agli effetti avversi di fattori esterni;
  • per il trattamento con Azithromycin, il corpo è in grado di reagire con una forte reazione allergica;
  • quando termina un ciclo di trattamento, può verificarsi una recidiva.

Metodo di applicazione e maschere sulla base di Azitromicina

Se si desidera ottenere il massimo effetto, è necessario attenersi rigorosamente al regime e al dosaggio prescritti. Questo medicinale si consiglia di assumere una compressa 1 volta al giorno, prima dei pasti o dopo 2 ore. Per cancellare completamente la pelle dall'acne, gli intervalli tra l'assunzione del farmaco dovrebbero essere gli stessi.

Oltre a prendere il farmaco all'interno, può essere utilizzato per la preparazione di maschere:

  • La compressa di Azithromycin è presa, schiacciata a una polvere. Quindi si aggiunge dell'acqua alla polvere per ottenere una sospensione. La miscela risultante viene applicata punteggiata su aree problematiche ogni mattina e sera.
  • Una compressa di Azitromicina e Suprastin viene presa, schiacciata allo stato polveroso e diluita con acqua per formare una sospensione. Il prodotto risultante viene applicato sulle aree interessate, la pelle viene massaggiata per 2-3 minuti, dopo di che la maschera viene lavata via con acqua tiepida.
  • Una compressa di Azitromicina viene schiacciata in polvere e mescolata con unguento Vishnevsky e gel di aloe. Successivamente, la miscela viene agitata bene prima che diventi omogenea. La medicina viene applicata alle aree problematiche, invecchiata per 10 minuti e lavata via con acqua tiepida con l'aggiunta di sapone per bambini.

In questo video, uno specialista esamina il trattamento dell'acne con antibiotici. Quanto sono efficaci e quali sono i pro ei contro di tali procedure mediche.

Effetti collaterali

Qualsiasi farmaco può causare effetti collaterali, l'azitromicina non fa eccezione. Considera i principali:

  • Quando il farmaco viene assunto internamente, ha un effetto negativo non solo sui microrganismi patogeni, ma anche sulla microflora benefica dell'intestino. Di conseguenza, una persona può sperimentare dysbacteriosis e altri disturbi digestivi.
  • L'uso di questo antibiotico può causare disturbi nel funzionamento del fegato. Il corpo nel solito modo non rimuove le sostanze tossiche e il glicogeno inizia a essere prodotto meno. Di conseguenza, una persona deve affrontare letargia, irritabilità e aumento dell'appetito.
  • Se il farmaco viene utilizzato esternamente, possono verificarsi arrossamento, prurito, desquamazione e gonfiore della pelle. Nel caso della somministrazione interna non è esclusa la comparsa di reazioni allergiche generali.

Controindicazioni

Prima di pulire la pelle dell'acne con Azitromicina, è necessario capire in quali circostanze il farmaco è controindicato:

  • ipersensibilità al farmaco;
  • grave malattia del fegato;
  • insufficienza renale;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • periodo di portare un bambino;
  • allattamento

Nelle circostanze di cui sopra, al fine di evitare gravi complicazioni, per sbarazzarsi di acne, è necessario scegliere un altro farmaco.

Come prolungare l'effetto delle pillole

Lo svantaggio principale nel trattamento dell'acne con azitromicina è un'alta probabilità di una recidiva alla fine delle riserve accumulate della sostanza nei tessuti. Per evitare questo e non ripetere la terapia medica, alla fine del corso, dovresti seguire alcune regole:

  • passare ad una dieta sana, cioè consumare il meno grasso, dolce, fritto e speziato possibile;
  • ogni mattina e sera per eseguire procedure igieniche, e devi anche ricordarti del peeling regolare;
  • utilizzare prodotti per la cura del viso di altissima qualità o sostituirli con sapone per bambini normale e oli naturali;
  • abbandona le creme tonali, in modo da non bloccare l'accesso dell'ossigeno ai pori;
  • se possibile, durante il giorno, non toccare il viso con le mani, per non infettare l'infezione e non provocare una nuova eruzione cutanea;
  • non spremere l'acne, se interferiscono troppo, è meglio contattare un estetista.

Metodo di trattamento dell'acne di gravità moderata

Proprietari del brevetto RU 2425682:

L'invenzione si riferisce alla medicina, vale a dire alla dermatologia e può essere usata per trattare pazienti con acne di gravità moderata. Il trattamento viene effettuato assumendo azitromicina. Azitromicina viene assunta 3 volte a settimana per 6 settimane. Inoltre, le prime 3 settimane di azitromicina assumono 500 mg e le successive tre settimane - 250 mg. Il metodo è delicato per i pazienti con acne, fornisce una riduzione della durata della terapia e della dose del corso, che ha significativamente aumentato l'efficacia clinica della terapia riducendo il rischio di effetti collaterali. 1 scheda

L'invenzione riguarda la medicina, vale a dire la dermatologia, e può essere usata per trattare pazienti con acne di gravità moderata (forma papule-pustolosa dell'acne).

L'acne è la malattia più comune nella pratica del medico dermatovenerologo (Adaskevich VP Acne volgare e rosa M.: libro medico, N.Novgorod: NGMA Publishing House, 2003; p.14-119.). Secondo vari autori, la frequenza di insorgenza negli adolescenti e nei giovani è del 65,0-95,0% (farmacoterapia razionale delle malattie della pelle e infezioni trasmesse sessualmente: una guida per i medici praticanti / A.A. Kubanova, V.I. Kisina, LABlatun, AMVavilov et al.: M: Litterra, 2005; 882 c).

L'acne è una malattia cronica caratterizzata da lesioni della pelle del viso, della schiena e del torace.

La malattia è caratterizzata da una complessa eziopatogenesi con una lesione primaria dell'unità dei capelli grassi. Quattro fattori correlati sono importanti nella patogenesi: ipercheratosi follicolare, ipersecrezione delle ghiandole sebacee indotta da androgeni, riproduzione di Propionibacterium acnes (P. acnes) e infiammazione.

Nello sviluppo di infiammazione nei follicoli piliferi, sebacea partecipare seguenti microrganismi opportunistici :. Propionibacterium acnes, Staphylococcus epidermidis, Staphylococcus aureus, Staphylococcus haemoliticus, Malassezia, ecc (Kubanova AA, Samsonov VA, Zabnenkova O.. caratteristiche moderne della patogenesi e la terapia di acne Journal of Dermatology e Venereologia 2003; 1:.. 9-15, Leeming JP, Olanda KT, Cunliffe WJ la colonizzazione microbica delle lesioni dell'acne vulgaris infiammate Brit J. Derm 1988, 118 (2).., 203-8).

Il trattamento dell'acne è un compito difficile a causa della crescente resistenza dei patogeni dell'acne ai farmaci antibatterici utilizzati. La terapia sistemica dell'acne è patogeneticamente comprovata con la localizzazione di elementi cutanei (papule e pustole) sulla pelle del viso, del torace, delle spalle, della schiena e l'assenza dell'effetto della terapia topica. Nel trattamento dell'acne, le più comuni sono la tetraciclina, la doxiciclina, il cotrimossazolo e l'eritromicina.

Raccomandato 2 o 3 volte l'assunzione giornaliera di uno dei farmaci elencati entro 14-28 giorni (farmacoterapia razionale delle malattie della pelle e infezioni trasmesse sessualmente: una guida per medici praticanti / A.A. Kubanova, V.I Kisina, L. A.Blatuch, AMVavilov e altri M.: Litterra, 2005; 882 p.). Secondo le raccomandazioni straniere, la durata della terapia va da 8 settimane a 6 mesi. Tuttavia, la formazione di resistenza P.acnes dati antimicrobici sistemici è in costante aumento da anni '70 (Aamir Haider, MD, PharmD, James S.Shaw, MD, FRCPC trattamento di acne vulgaris JAMA 2004; 292: 726-735.... ), che porta alla ricerca di nuovi farmaci e schemi per il loro uso nel trattamento dell'acne.

L'interesse per la preparazione dei macrolidi, l'azitromicina, è causato da un ampio spettro di azione del farmaco, da una buona attività antibatterica contro P. acnes e da una lunga ritenzione nei focolai di infezione. Gli effetti collaterali del trattamento con azitromicina sono molto meno comuni rispetto all'eritromicina e alla tetraciclina. Tuttavia, l'uso prolungato è spesso la causa degli effetti collaterali dei farmaci, che riduce la compliance alla terapia dell'acne.

La soluzione tecnica più vicina alla domanda è l'applicazione di azitromicina in una dose di 500 mg 3 volte a settimana per un periodo di 8 settimane (Bardazzi F. at al. Azithromycin: Gyluluca Parente MD, Michela Tabanelli MD, Riccardo Balestri MD, Giuseppe Spadola MD, Emi Dika MD // Dermatology online Journal 2008. - 13 (4): 4 (http://dermatology.cdlib.org/134/original/azithromycin/bardazzi.html ).

Nonostante gli effetti benefici dell'azitromicina (su 32 pazienti su 52 nell'ottava settimana di terapia, ovvero il 61,5%), l'11,5% ha mostrato un leggero miglioramento e la comparsa di elementi freschi durante il trattamento, il 5,8% ha avuto effetti collaterali : bruciore di stomaco e nausea.

L'obiettivo dell'invenzione è aumentare l'efficienza del trattamento di pazienti con acne.

Il risultato tecnico che si otterrà dall'uso dell'invenzione è di ridurre il rischio di effetti collaterali della terapia.

Il risultato tecnico è ottenuto dal fatto che il metodo di trattamento dell'acne di gravità moderata viene effettuato assumendo azitromicina 3 volte a settimana per 6 settimane, con le prime 3 settimane di 500 mg e le successive tre settimane di 250 mg.

L'invenzione consiste nello schema di applicazione dell'azitromicina. L'azitromicina è un antibiotico ad ampio spettro. È un rappresentante del nuovo sottogruppo macrolide - azalidi. Quando si crea nel fuoco l'infiammazione di alte concentrazioni ha un effetto battericida. L'azitromicina (Sumamed) è attiva contro i batteri gram-positivi aerobi: Streptococcus pneumoniae, Streptococcus pyogenes, Streptococcus agalactiae, Streptococcus spp. gruppi C, F e G, Streptococcus viridans, Staphylococcus aureus; Aerobici gram-negativi: Haemophilus ducreyi, Haemophilus influenza, Moraxella catarrhalis, Bordetella pertussis, Bordetella parapertussis, Legionella, Campylobacter jejuni, Helicobacter pylori, Neisserea gonorrhoeae, Gardnerella vaginalis; batteri anaerobici: Bacteroides bivius, Clostridium perfringens, Peptostreptococcus spp. Il farmaco è anche attivo contro Chlamydia trachomatis, Chlamydia pneumoniae, Mycoplasma pneumoniae, Ureaplasma urealyticum, Treponema pallidum, Borrelia burdorferi. L'azitromicina rimane in concentrazioni battericide nel fuoco infiammatorio per 5-7 giorni dopo l'assunzione dell'ultima dose. Le proprietà antibatteriche del farmaco giustificano il suo uso nel trattamento delle infezioni della pelle e dei tessuti molli. Controindicazioni per l'assunzione del farmaco è l'ipersensibilità agli antibiotici macrolidi. Viene applicato per os 1 ora prima dei pasti o 2 ore dopo i pasti. Il farmaco viene assunto 1 volta al giorno.

L'uso di azitromicina per 6 settimane secondo lo schema proposto fornisce una dinamica clinica positiva, che, di norma, è iniziata nei primi 14 giorni di terapia ed è stata espressa da una regressione di papule e pustole, nella cessazione della comparsa di nuovi elementi infiammatori. Alla fine del corso di trattamento con azitromicina nei pazienti c'era una mancanza di aspetto di elementi freschi, l'assenza di elementi infiammatori, la conservazione di cicatrici iperpigmentate e macchie al posto degli elementi precedenti.

Dall'analisi della letteratura scientifica, tecnica e brevettuale del regime di trattamento dell'acne proposto di moderata gravità, che porta ad una riduzione significativa (netta) del rischio di effetti collaterali della terapia in corso, non abbiamo identificato ciò che soddisfa i criteri di brevettabilità dell'invenzione di "novità" e "fase inventiva".

L'invenzione è la seguente.

Il metodo di trattamento è applicato su base ambulatoriale.

L'azitromicina è stata prescritta a pazienti con acne a una dose terapeutica di 500 mg 3 volte a settimana per 3 settimane, per le successive 3 settimane 250 mg 3 volte a settimana. La dose di partenza era di 6,75 g.

Nel valutare l'efficacia clinica di questo metodo di trattamento dei pazienti con acne, sono stati presi in considerazione i seguenti criteri:

1) la dinamica delle manifestazioni cliniche oggettive (contando l'acne);

2) la presenza di effetti collaterali.

L'uso del metodo proposto di terapia è illustrato dai seguenti esempi.

Esempio 1. Paziente Ea, 15 anni. Appello alla clinica con lamentele di molteplici eruzioni cutanee sulla pelle del viso e della schiena. Malato con questa malattia per 1,5 anni, quando per la prima volta pustole isolate, papule apparvero sulla pelle del viso. Appello a un dermatologo nel luogo di residenza, prescritto vitamina A, preparati di zinco, soluzioni di alcol esterno con un effetto positivo a breve termine. I segni di deterioramento entro 5 mesi sotto forma di un aumento significativo del numero di lesioni, manifestazioni infiammatorie di lunga durata, e quindi sono stati inviati al policlino UrNIIDVII. Sulla base dell'anamnesi, il quadro clinico del paziente è stato diagnosticato con "acne, forma papulopustolare, moderata severità".

La condizione generale al momento di contattare la clinica è stata giudicata soddisfacente. All'esame del paziente: le eruzioni cutanee sono comuni, localizzate principalmente sulla pelle del viso, sul retro, sono rappresentate da numerose papule e pustole luminosamente iperemiche fino a 0.8-1.0 cm di diametro. Inoltre, ci sono grandi papule sulla pelle della schiena, fino a 1,5 cm di diametro, un sacco di comedoni e cicatrici iperpigmentate.

Al paziente è stato prescritto il trattamento: azitromicina (sumamed) 500 mg 3 volte alla settimana per os per 3 settimane, quindi a una dose di 250 mg per 3 settimane.

Come risultato della terapia, dal 14 ° giorno di trattamento, è stato notato un miglioramento del processo cutaneo: una significativa diminuzione di nuovi elementi, la regressione delle precedenti papule. Entro il 42 ° giorno di terapia con il metodo sostenuto, il paziente ha avuto remissione clinica (assenza di eruzioni cutanee fresche ed elementi infiammatori). Non sono state osservate reazioni avverse e complicazioni della terapia. Nella dinamica dell'osservazione ulteriore, non venivano prescritti cicli ripetuti di terapia antibiotica in relazione alla conservazione della remissione.

Esempio 2. Sig. Paziente, 18 anni. Il paziente è andato in clinica con lamentele di grosse eruzioni multiple, principalmente sulla pelle della schiena. Malato per circa 3 anni, quando per la prima volta sulla pelle del viso apparvero singole pustole, papule. È stato curato da un dermatologo nel luogo di residenza, per lo più con soluzioni di alcol esterno, brevi cicli di terapia antibiotica (doxiciclina). Il deterioramento si manifesta entro 3 mesi sotto forma di un aumento significativo del numero di lesioni, in relazione al quale si è rivolto autonomamente al Policlinico di UrNIIDVII. Sulla base dell'anamnesi, quadro clinico, al paziente è stata diagnosticata "acne, forma papulopustolare, moderata severità".

La condizione generale al momento di contattare la clinica è stata giudicata soddisfacente. All'esame il paziente: eruzioni sono comuni, che si trova principalmente nella pelle della schiena, ha presentato numerose papule e pustole di 0,5-0,8 cm di diametro, 1,2 cm singola untuosità della pelle è aumentata, una pluralità di comedoni e cicatrici hyperpigmented..

Al paziente è stato prescritto il trattamento: azitromicina 500 mg 3 volte alla settimana per os per 3 settimane, quindi a una dose di 250 mg 3 volte a settimana per 3 settimane.

Come risultato del trattamento, dopo la prima settimana di trattamento, è stato notato un miglioramento delle condizioni del processo cutaneo: una diminuzione significativa di nuovi elementi, una regressione delle precedenti papule. Entro la fine della terapia (6 settimane) del metodo richiesto, il paziente ha avuto remissione clinica (completa assenza di eruzioni cutanee fresche ed elementi infiammatori). Durante il trattamento non sono state osservate reazioni avverse e non sono state osservate complicanze della terapia. La remissione è durata 5 mesi.

Il metodo proposto è stato applicato nel trattamento di 12 pazienti con acne di gravità moderata, di età compresa tra 15 e 24 anni, di cui 9 donne e 3 uomini. La durata della malattia variava da 1,5 a 6 anni. Le diagnosi sono state fatte in clinica. Già nei primi 14 giorni di terapia sono state osservate dinamiche cliniche positive, espresse dalla regressione di papule e pustole, nella cessazione della comparsa di nuovi elementi infiammatori. Al momento del completamento del ciclo di azitromicina (sumamed), i pazienti non avevano alcuna comparsa di elementi freschi, l'assenza di elementi infiammatori, la conservazione di cicatrici iperpigmentate e macchie al posto degli elementi precedenti. La durata della remissione della malattia è stata di 4 mesi con terapia topica continua (non è stato necessario utilizzare altri farmaci antibatterici sistemici per il processo cutaneo). Gli indicatori di dati comparativi di efficacia clinica del metodo rivendicato e il metodo del prototipo sono mostrati nella tabella.

pubblicazione

Informazioni per specialisti

  • Pharmacare -
  • Pubblicazioni -
  • Dermatovenereologia -
  • Approcci moderni al trattamento dell'acne

Le informazioni sono destinate agli operatori sanitari e non possono essere utilizzate da altre persone, incluso sostituire la consultazione con un medico e decidere l'uso di questi farmaci!

Approcci moderni al trattamento dell'acne

L'acne o l'acne (UB) è uno dei problemi più urgenti della moderna dermatologia. Il crescente interesse per questa patologia cutanea è spiegato, secondo Cunlife, un noto scienziato che ha lavorato fruttuosamente al problema UB per molti anni, dal fatto che "in tutto il mondo i pazienti con l'acne non solo sono diventati più, ma il numero di forme intrattabili è aumentato".

A suo parere, ciò potrebbe essere dovuto al deterioramento della situazione ambientale sulla Terra, che porta ad un aumento dei disturbi genetici nella popolazione, nonché ad un aumento della resistenza ai farmaci, principalmente agli antibiotici (3).

L'acne è una malattia multifattoriale polimorfica di lunga durata geneticamente determinata della pelle, delle ghiandole sebacee e dei follicoli piliferi. L'acne è una delle più comuni malattie della pelle nei giovani, si verifica nell'85% dei ragazzi e delle ragazze di età compresa tra 12 e 24 anni e nel 10% persiste fino all'età di 25 - 45 anni. Per la maggior parte delle donne, all'età di 25 anni, si verifica uno sviluppo inverso spontaneo dell'acne. Solo nell'11% dei casi di acne si verificano all'età di 25 - 35 anni e nel 5% - all'età di 40 anni e oltre. Recentemente, c'è stata una tendenza ad aumentare il numero di donne in cui il debutto di acne si verifica all'età di 25 anni e oltre.

La complessa influenza dei fattori genetici rimane oggetto di studio, ma un ruolo importante, se non il principale, è svolto dal tipo geneticamente determinato di secrezione delle ghiandole sebacee durante la pubertà.

Secondo K.N.Suvorova et al. (1), diversa espressività e variazioni alleliche dei geni che determinano lo sviluppo delle ghiandole sebacee, la loro capacità funzionale e l'attività degli enzimi possono giocare un ruolo importante nello sviluppo di UB e in larga misura determinare la gravità delle manifestazioni cliniche. Esistono rapporti sulla presenza di un fattore R nucleare che determina la predisposizione genetica. Questi fatti spiegano probabilmente lo sviluppo del polmone in alcune persone e forme gravi di UB in altri. Una storia di acne in entrambi i genitori crea una probabilità del 50% di sviluppare una forma grave di questa malattia in un adolescente (1).

È noto che la pelle umana, soprattutto le sue appendici (follicoli piliferi, ghiandole sebacee e sudoripare), hanno recettori steroide-sensibili che percepiscono effetti di regolazione ormonale sullo sviluppo e sull'attività secretoria di queste strutture. Durante la pubertà, queste interazioni iniziano a manifestarsi attivamente. Gli obiettivi principali della pelle per gli steroidi sessuali sono l'epidermide, i follicoli piliferi, le ghiandole sebacee, i melanociti e i fibroblasti.

Lo scienziato tedesco S. Schmitz definì la pelle la più grande ghiandola endocrina del corpo umano. La pelle è attivamente coinvolta nel metabolismo degli ormoni sessuali steroidei, in particolare nella formazione extraglandulare degli androgeni da steroidi precursori, essendo allo stesso tempo il principale tessuto bersaglio per gli androgeni.

La pelle è un collegamento periferico nel metabolismo degli ormoni sessuali maschili, la loro azione viene condotta attraverso specifici recettori androgeni, che si trovano in varie strutture cutanee androgeno-dipendenti. La stimolazione dei recettori degli androgeni aumenta l'attività mitotica e la differenziazione cellulare dell'epidermide, aumenta la sintesi dei lipidi intercellulari, stimola la crescita dei capelli e la secrezione di sebo (3).

Un aspetto importante è la partecipazione allo sviluppo dell'infiammazione di Propionibacterium acnes: sintetizzano vari chemoattrattanti che attraggono i leucociti al centro dell'infiammazione, della lipasi e di un numero di enzimi che danneggiano la parete del follicolo; producono ammine vasoattive, come l'istamina, che aumentano l'infiammazione.

La classificazione generalmente accettata di UB non è stata ancora sviluppata. Ci sono un gran numero di classificazioni che si basano sulle manifestazioni cliniche della malattia o sulla valutazione della sua gravità.

La classificazione più pratica e spesso utilizzata nella pratica dermatologica proposta dalla American Academy of Dermatology. Secondo questa classificazione, si distinguono i seguenti gradi di gravità di UB:

- 1 ° grado - caratterizzato dalla presenza di comedoni (chiusi e aperti) e fino a 10 papule;

- 2 ° grado: comedoni, papule, fino a 10 pustole;

- 3 ° grado: comedoni, eruzione pustolosa delle papule, fino a 3 nodi;

- 4 ° grado - reazione infiammatoria pronunciata negli strati profondi del derma con la formazione di più nodi dolorosi e cisti.

Tra le manifestazioni cliniche di UB, la forma papulopustolare è la più comune - il 70-80% dei casi. La forma comedonale e le più gravi manifestazioni dell'acne - l'acne conglobata - si verificano nel 10-15% dei pazienti.

Esistono diversi approcci al trattamento di UB. La tattica del trattamento dipende dalla gravità e dalla prevalenza dei sintomi clinici. Inoltre, è necessario tenere conto dell'età, del genere, della presenza di comorbidità. Il piano di trattamento si basa sulla valutazione della gravità del decorso clinico.

Nelle forme più lievi di UB, la terapia esterna è sufficiente. UB moderata e grave richiedono una combinazione di terapia sistemica ed esterna (2.5).

La terapia esterna è la nomina di sospensioni agitate, tra cui zolfo, resorcinolo, acido salicilico; gel di perossido di benzoile. Nella moderna terapia esterna, vengono utilizzati anche tretinoina, acido azeloico, agenti antibatterici topici, tra cui tetracicline, eritromicina e clindamicina sono i più popolari. Riducono la contaminazione di P. acnes sulla superficie della pelle e nei follicoli. Inoltre, gli antibiotici hanno un effetto antinfiammatorio che inibisce la chemiotassi dei leucociti e regolano il contenuto di acidi grassi liberi nei grassi superficiali.

La moderna terapia sistemica di UB comprende antibiotici, retinoidi, terapia sostitutiva con androgeni e farmaci glucocorticosteroidi. Corsi abbastanza lunghi di questi farmaci hanno un effetto antinfiammatorio, normalizzano la cheratinizzazione nei follicoli, influenzano la composizione del sebo.

Salicilati, glucocorticosteroidi, dapsone sono stati introdotti in alcuni regimi di trattamento dell'acne fulminante.

I preparati sistemici per i pazienti con acne, come sopra indicato, sono prescritti per la malattia moderata e grave. Dell'ampia lista di agenti antibatterici, solo pochi possono essere raccomandati per il trattamento dell'acne. Dato che gli antibiotici sono prescritti per un tempo sufficientemente lungo in UB, dovrebbero avere una bassa tossicità.

La penicillina con UB era inefficace e le sulfonamidi erano fortemente tollerate dai pazienti. I farmaci antibatterici con proprietà antinfiammatorie, come la tetraciclina (e i suoi derivati ​​- doxiciclina, minociclina) e macrolidi (eritromicina e azitromicina) sono i farmaci di scelta per l'acne papullo-pustolosa.

L'uso della tetraciclina nel trattamento dell'acne è dovuto alla sua capacità di aggiornare il contenuto di acidi grassi liberi nei lipidi superficiali. La dose di tetraciclina è stata stabilita dall'esperienza clinica, mentre per altri farmaci la dose è stata calcolata in termini di tetraciclina.

Senza una giustificazione specifica, alcuni dermatologi considerano il trattamento antibiotico per l'acne solo come un effetto antibatterico sul processo patologico. A questo proposito, è necessario soffermarsi su una serie di motivazioni ragionevoli per l'uso di agenti antibatterici sia sistemici che topici per UB. Va notato che l'acne non è una malattia infettiva, ma gli antibiotici sono inclusi nei regimi di trattamento di questa malattia come elemento significativo. Innanzitutto, P. acnes era sensibile a tutti gli antibiotici attivi contro i patogeni gram-positivi. In secondo luogo, tutti i farmaci efficaci riducono la quantità di P. acnes del 90% o più, riducendo la percentuale di acidi grassi liberi nei lipidi superficiali del 50%. I livelli di acidi grassi possono essere ridotti senza effetti visibili su P. acnes. Uno dei meccanismi collaudati di inibizione della crescita batterica è una diminuzione della concentrazione delle lipasi lipidiche. Le tetracicline inibiscono le lipasi batteriche in modo più efficace rispetto all'eritromicina, il che porta all'effetto terapeutico atteso. Gli antibiotici, in particolare la tetraciclina e i solfoni, forniscono un effetto farmacologico che non è direttamente correlato all'inibizione batterica. Hanno un moderato effetto anti-infiammatorio, che colpisce la chemiotassi neutrofila e le funzioni dei macrofagi. Questi farmaci sono anche efficaci per la rosacea, la dermatite periorale, il lichenoide pitriiaz, che non sono causati da batteri.

Attualmente, solo due gruppi di antibiotici sono utilizzati nel trattamento dell'acne: tetracicline e macrolidi. Le caratteristiche comparative sono spesso basate sulla misurazione della concentrazione di un farmaco nel sangue, ma questo non è sufficiente. Il livello di antibiotico nel sangue non dà un'idea della sua concentrazione nei tessuti bersaglio. Le tetracicline lipofile, come la minociclina, penetrano meglio nei follicoli e nei microcomodi sebacite ricchi di lipidi. La doxiciclina monoidrata ha la stessa efficacia della minociclina, ma non ha effetti negativi sul sistema nervoso centrale.

I macrolidi sono una potente alternativa alle tetracicline (4). Il loro significativo vantaggio è la possibilità di appuntamento durante la gravidanza e l'allattamento. Dei moderni macrolidi, l'azitromicina, un antibiotico ad ampio spettro del sottogruppo dell'azalide macrolidico, è interessante come farmaco per il trattamento di UB. Senza creare alte concentrazioni nel sangue, l'azitromicina, grazie alla sua elevata lipofilicità, è ben distribuita nel corpo, penetrando in molti organi, tessuti e l'ambiente. A causa del trasporto aggiuntivo di neutrofili, si accumula nell'infiammazione in concentrazioni molto alte (da decine a centinaia di volte superiori ai livelli sierici) e viene trattenuto a lungo, avendo un effetto post-antibiotico. L'azitromicina è resistente alla distruzione nel succo gastrico.

Tenendo conto del fatto che l'uso di antibiotici di soli due gruppi (tetracicline e macrolidi) è giustificato in UB, si può affermare che la prescrizione delle tetracicline mira principalmente a modificare la chimica del sebo, mentre i macrolidi hanno un effetto battericida su P. acnes, hanno effetti anti-infiammatori e immunomodulatori.

Nelle forme gravi di UB, come fulminante e conglobato, sullo sfondo della soppressione dell'immunità, la flora coccalica di solito si unisce, il che rende giustificato l'uso dell'azitromicina. È in forme gravi di acne che questo antibiotico dovrebbe essere incluso nel regime di trattamento. Un argomento significativo convincente a favore dell'azitromicina è il fatto che non ci sono resoconti in letteratura sulla resistenza di P. acnes al farmaco.

Nella pratica dermatologica è ampiamente usata la droga azitromicina "Azikar". Nel trattamento di UB Azikar assumere una dose di 500 mg 1 volta al giorno per 3 giorni, quindi 500 mg 1 volta a settimana per 9 settimane.

Per il trattamento di UB, abbiamo usato Azikar in 45 pazienti con varie forme del processo patologico. I pazienti sono stati trattati secondo lo schema proposto sopra. L'effetto clinico è stato raggiunto in tutti i (100%) pazienti. Il trattamento da parte di tutti i pazienti è stato ben tollerato. Non sono stati osservati eventi avversi durante la terapia. Pertanto, raccomandiamo Azikar nel trattamento di UB come farmaco di scelta.

Naturalmente, durante il trattamento di UB con antibiotici, dovrebbero essere considerate le possibili reazioni avverse. A volte quando si usano agenti antibatterici si possono osservare nausea, vomito, disturbi gastrointestinali. Molto spesso tali manifestazioni si manifestano quando si prescrivono eritromicina e josamicina macrolidi, ma questi farmaci non sono usati per l'acne moderatamente grave. Le tetracicline possono causare reazioni come fototossicità, localizzate sul viso, arti inferiori e piedi, nonché onycholisi fototossica. In alcuni casi, quelli con pelle chiara possono avere reazioni gravi sotto forma di vescicole. Qualche volta si registrano reazioni allergiche ed eritema fisso. Occasionalmente, l'inibizione dei batteri gram-positivi porta a un cambiamento nella microflora verso i microrganismi gram-negativi, e può formarsi la follicolite gram-negativa. Non possiamo escludere la possibilità di sviluppo di lesioni candidose, principalmente sotto forma di vaginite candidale. Quando si utilizzano tetraciclina e minociclina, la pigmentazione può svilupparsi. Oltre alla pelle, sono state rilevate inclusioni di pigmenti nella ghiandola tiroidea, nel midollo osseo e in alcuni organi viscerali.

I farmaci antibatterici per l'acne possono, e talvolta devono essere combinati con i corsi di tretinoina, perché la loro combinazione è più efficace di ogni farmaco separatamente (3). La tretinoina influisce sulla vascolarizzazione, che aumenta la concentrazione dell'antibiotico nei tessuti.

I retinoidi sistemici inibiscono la secrezione di sebo e promuovono la differenziazione delle cellule epidermiche. Uno dei rappresentanti dei retinoidi è l'isotretinoina (roaccutane). Il farmaco riduce l'attività delle ghiandole sebacee, riduce le loro dimensioni, la formazione di sebo, rallenta il processo di cheratinizzazione e quindi elimina l'ipercheratosi dell'orifizio del dotto escretore della ghiandola sebacea, prevenendo la formazione di comedoni, influenza positivamente la flora batterica del sebo e riduce la colonizzazione di P. acnes. Gli effetti collaterali più gravi del roaccutane sono embriotossici e teratogeni.

La terapia ormonale sostitutiva a volte ha un effetto positivo nelle donne, in cui il trattamento tradizionale dell'acne si è rivelato inefficace. Eccezionalmente raramente, nelle forme gravi di acne, sono prescritti antiandrogeni (ciprosterone acetato), spironolattone (diuretico risparmiatore di potassio).

All'inizio del trattamento dell'acne fulminante o di altre forme gravi di acne infiammatoria, i glucocorticosteroidi vengono prescritti per circa 1 mese: 6-8 compresse al giorno in termini di prednisolone, seguiti da una riduzione consistente della dose.

Pertanto, la diagnosi di forme gravi di UB richiede l'inclusione di farmaci sistemici, principalmente antibiotici, nel piano di trattamento. Abile combinazione di farmaci patogenetici per uso esterno e sistemico consente di ottenere un buon effetto clinico, per migliorare la qualità della vita nella maggior parte dei pazienti con varie forme di acne.

letteratura

1. Suvorova KN, Kotova N. V.. Forme gravi di acne. Internat. miele. ZH. 2000; a. 732 - 26.

2. Collier A., ​​Freemann S., Dellavalle R. Acne vulgaris. In: Dermatologia basata sull'evidenza, Blackwelle Publishing, 2008; 83 - 104.

3. Cunliffe WJ, Collnick HM. Acne. Diagnosi e gestione. - Londra, 2001. - 166 p.

4. Kus S., Yucelten D., Aytug A.C. // Clin Exp Dermatol 2005; 30: 215 - 20.).

5. Noble W. // Semin. Dermatol. 1990. -Vol. 9; p. 586 - 90.

Come trattare l'acne azitromicina

L'azitromicina è un antibiotico usato come agente antibatterico per le infezioni. È spesso ed efficacemente usato per curare l'acne, una malattia della pelle molto comune tra i giovani e le donne adulte. Vari studi scientifici hanno dimostrato che l'uso dell'azitromicina per l'acne per quattro settimane porta a una riduzione del 20% dell'infiammazione e, in otto settimane, alla completa eliminazione dell'acne nella maggior parte dei pazienti. Gli effetti collaterali dell'azitromicina sono lievi - alcuni pazienti si lamentano di indigestione, bruciore di stomaco e nausea.

Per il trattamento dell'acne, puoi usare:

L'acne è una malattia infiammatoria della pelle che è molto comune tra i giovani e colpisce dal 70% all'87% degli adolescenti.

Gli effetti collaterali gravi dell'azitromicina comprendono: orticaria, sindrome broncoclonale, dispnea o difficoltà respiratoria e palpitazioni cardiache.


Se trovi l'acne sul viso, non usarla.
qualsiasi droga, per cominciare - consultare un dermatologo.
Ricorda che qualsiasi farmaco medico ha effetti collaterali...

L'acne è una malattia infiammatoria della pelle che è molto comune tra i giovani e colpisce dal 70% all'87% degli adolescenti. L'aumento della produzione ormonale, caratteristica dell'adolescenza (il periodo di transizione dall'infanzia all'adulto), stimola la secrezione delle ghiandole sebacee, che si trovano sotto i follicoli piliferi. In questi piccoli follicoli, i batteri iniziano a moltiplicarsi, causando l'infiammazione e la formazione di acne sgradevole nello strato dermico della pelle. L'uso dell'azitromicina come farmaco antibatterico per l'acne rallenta la crescita batterica, riduce l'infiammazione e consente alla pelle di guarire. Poiché l'interazione di azitromicina con altri farmaci e i suoi effetti collaterali sono lievi, ha una reputazione per essere lieve, ma comunque utile per il trattamento dell'acne adolescenziale.

Altri farmaci spesso prescritti per il trattamento dell'acne comprendono eritromicina, doxiciclina e tetraciclina.

Tuttavia, questi farmaci più potenti possono causare effetti collaterali e cambiamenti nello stile di vita più fastidiosi. Pertanto, una persona che assume la tetraciclina può manifestare diarrea acquosa, visione offuscata e eruzione cutanea quando esposta alla luce solare. Gli studi dimostrano che i pazienti che assumono basse dosi di azitromicina per l'acne hanno gli stessi risultati dei pazienti che assumono dosi più elevate di questo farmaco. Le basse dosi riducono la probabilità di gravi effetti collaterali, rendendo l'azitromicina uno degli antibiotici più comunemente prescritti per il trattamento dell'acne a causa della sua relativa sicurezza.

Gli effetti collaterali gravi dell'azitromicina comprendono orticaria, sindrome broncoclonale, dispnea, difficoltà respiratorie e palpitazioni cardiache.

L'azitromicina viene solitamente assunta come compressa orale, sebbene sia disponibile anche sotto forma di liquido. Riduzione significativa o completa eliminazione dell'acne consente di ottenere anche una dose così bassa di azitromicina pari a 1500 mg. L'assunzione di azitromicina per il trattamento dell'acne non richiede alcuna modifica o restrizione dietetica particolare e la maggior parte dei pazienti non presenta alcun effetto collaterale. Alcuni pazienti sensibili possono avvertire dolori addominali o crampi, diarrea o un leggero rash cutaneo.

Altri Articoli Sulle Tipologie Di Acne