La condizione patologica può svilupparsi indipendentemente o essere il risultato di altre malattie. Una caratteristica di un ascesso (ascesso) è la presenza di una membrana o membrana piogenica al centro dell'infiammazione, che separa l'area interessata dai tessuti sani. Scopri quali misure devono essere prese per evitare complicazioni di questa malattia.

Provoca ascesso

Una capsula di ascesso previene la diffusione di germi e le loro tossine in tutto il corpo. Rispondendo a ciò che è un ascesso, gli esperti definiscono questo termine come infiammazione purulenta, che è accompagnata dallo scioglimento dei tessuti e dalla formazione di una cavità piena di essudato, che limita l'attenzione infettiva. Un ascesso può verificarsi nei muscoli, nel tessuto sottocutaneo e negli organi interni. Il contenuto purulento della capsula è una raccolta di globuli bianchi, liquido interstiziale, fagociti. L'agente eziologico è una flora mista con una predominanza di stafilococchi, streptococchi, Escherichia coli.

Recentemente, il ruolo degli anaerobi nella formazione delle ulcere è aumentato. Frequenti abitanti di ascessi sono clostridi, batteriidi, associazioni di microrganismi aerobici e anaerobici. In una situazione in cui il pus rilasciato durante la semina su terreni di coltura tradizionali non dà origine alla microflora, si conclude che un decorso atipico di un ascesso. Un ascesso provocato da agenti patogeni non caratteristici che non possono essere rilevati con metodi diagnostici ordinari è pericoloso per lo sviluppo di gravi complicanze.

Classificazione degli ascessi

Secondo le peculiarità del decorso clinico, emettono ascessi caldi, freddi e cascanti. La prima forma è accompagnata da infiammazione locale, una violazione delle condizioni generali. L'ascesso freddo si sviluppa in modo quasi asintomatico. L'ascesso di Slug è caratterizzato dalla formazione di aree di accumulo di essudato senza segni di infiammazione. La formazione di un tale ascesso si verifica per un lungo periodo. Inoltre, gli ascessi sono classificati per durata e posizione:

  • Per la durata del decorso della lesione purulenta è:
  • affilato;
  • cronica.
  • La localizzazione di messa a fuoco purulenta alloca:
  • ascesso di tessuti molli;
  • cavità orale;
  • ascesso purulento Bezold;
  • appendicolare;
  • ascesso sottocutaneo;
  • polmoni (polmone);
  • infiammazione purulenta del cervello;
  • retrofaringei;
  • danno epatico purulento;
  • sottodiaframmatica;
  • ascesso epidurale spinale purulento;
  • paratonsillar;
  • piccolo bacino;
  • mezhkishechny.

Fase di ascesso

Il processo patologico è diviso in due fasi: sviluppo e innovazione. In una situazione in cui l'ascesso purulento è cronico, il secondo stadio è assente. In questo caso, viene sostituito da uno stadio di un cambiamento arbitrario nella struttura del tessuto. La durata della prima fase varia. Lo sfondamento di un ascesso, o un'uscita indipendente di exudate da una cavità, è accompagnato da miglioramento di una condizione del paziente. Fisiologicamente, questa fase dura diversi giorni. Se non vi è alcuna scoperta indipendente dell'ascesso, la capsula viene aperta chirurgicamente.

sintomi

La gravità dei sintomi della malattia dipende dalla posizione, dalle dimensioni e dallo stadio di formazione di un ascesso purulento. Con la posizione dell'ascesso nell'area subfrenico, il paziente avverte mancanza di respiro, tosse, dolore addominale. Gli ascessi pelvici causano l'irritazione riflessa della vescica e del retto, che fa scattare la comparsa di tenesmo, minzione frequente. Un ascesso nella cavità retroperitoneale è accompagnato da dolore nella parte bassa della schiena. A seconda della posizione, si distinguono i seguenti segni di ascesso:

  • L'infiammazione purulenta dei tessuti molli causa:
  • arrossamento;
  • gonfiore;
  • il dolore;
  • aumento della temperatura;
  • fluttuazione.
  • Nella cavità addominale si manifesta:
  • febbre;
  • forti brividi;
  • tachicardia;
  • mancanza di appetito;
  • mal di testa;
  • la debolezza;
  • nausea, vomito.
  • I sintomi del danno cerebrale purulento variano ampiamente, dal mal di testa ai sintomi cerebrali gravi.
  • L'ascesso polmonare purulento provoca:
  • febbre;
  • tosse secca;
  • dolore al petto;
  • mancanza di respiro.
  • Nell'orofaringe si manifesta:
  • dolore che si estende fino ai denti o all'orecchio;
  • spasmo muscolare;
  • indolenzimento, gonfiore dei linfonodi regionali;
  • aumento della temperatura;
  • insonnia;
  • voci nasali;
  • l'aspetto di un odore putrido dalla bocca.

Nessuno è assicurato contro le complicanze postoperatorie. Lo sviluppo dell'ascesso è dovuto all'adesione di un'infezione secondaria, elevata reattività tissutale nel materiale di sutura, drenaggio postoperatorio improprio. La terapia antibiotica in questo caso non ha l'effetto previsto. L'ascesso purulento dopo l'intervento chirurgico è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • febbre;
  • gonfiore, arrossamento della zona della giuntura;
  • dolore con la pressione.

diagnostica

Il rilevamento delle ulcere superficiali non causa difficoltà, mentre le capsule infiltrative profonde richiedono la nomina di un'ecografia e / o una puntura. L'essudato ottenuto a causa della puntura della membrana piogenica viene inviato per esame batteriologico, durante il quale viene determinato l'agente eziologico della malattia e la sua sensibilità agli antibiotici.

La sconfitta dell'orofaringe viene rilevata durante l'esame ENT. Qualsiasi localizzazione dell'ascesso nel test del sangue rivela segni di un processo infiammatorio acuto sotto forma di un aumento del numero di leucociti, un aumento della VES, uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. La diagnosi di ascessi del cervello, dei polmoni, della cavità addominale viene effettuata con l'aiuto di:

  • Ultrasuoni della cavità addominale, piccola pelvi;
  • risonanza magnetica, tomografia computerizzata;
  • radiografia.

Trattamento ascesso

L'infiammazione purulenta dei tessuti molli superficiali viene eliminata prescrivendo farmaci antinfiammatori al paziente. L'ascesso maturato viene successivamente aperto su base ambulatoriale. Il trattamento dell'ascesso dei tessuti molli in ospedale viene effettuato nel caso di una grave condizione generale del paziente o della natura anaerobica del processo infettivo.

La terapia dell'ascesso, localizzata nel tessuto polmonare, viene effettuata per mezzo di antibiotici ad ampio spettro, selezionati in base alla sensibilità dell'agente patogeno. Al fine di migliorare il deflusso dell'essudato dal punto di ebollizione, viene eseguito il lavaggio broncoalveolare. L'inefficacia delle misure conservative applicate è un'indicazione per la rimozione chirurgica (resezione) dell'ascesso.

ascessi:
di cosa si tratta, cause, effetti e trattamento

Un ascesso è una malattia infiammatoria in cui una cavità piena di pus si forma nell'organo o nel tessuto interessato. È circondato da pareti dense, pertanto, a differenza di altre malattie purulente-infiammatorie, l'ascesso del pus non si estende oltre la cavità.

Come nasce un ascesso, quanto è pericoloso e cosa fare se è apparso? Il nostro articolo risponderà a queste domande.

Cause e meccanismo di ascesso

Molto spesso, un ascesso si sviluppa a causa di un'infezione nel corpo. Nel luogo in cui i microbi patogeni si sono depositati (ferita, ustione, taglio, scheggia), si sviluppa la normale infiammazione. Questa è una normale reazione protettiva dell'organismo, il cui scopo è quello di sterminare i batteri estranei.

Segni di infiammazione comune:

  • il dolore;
  • febbre alta;
  • gonfiore della zona interessata.

Tuttavia, un normale processo infiammatorio può diventare grave e quindi si verifica un ascesso. Considerare il meccanismo di sviluppo dell'ascesso e le ragioni che portano a questo.

Come si forma un ascesso

I segni elencati di infiammazione significano che il corpo sta attivamente combattendo l'infezione nella ferita. Nel corso di questa lotta si forma il pus. Consiste delle cellule immunitarie morte del nostro corpo, particelle di tessuto danneggiato e batteri sopravvissuti.

Più batteri si trovano nella ferita, più forte è la lotta contro di loro - più pus si accumula nel sito della ferita. Se l'infiammazione è troppo forte, c'è il rischio che i batteri pus si diffondano ulteriormente attraverso il corpo. Al fine di prevenire la diffusione dell'infezione, un meccanismo protettivo funziona: una capsula solida - un ascesso - si forma attorno all'infiammazione.

Provoca ascesso

Ci sono diversi motivi per cui l'infiammazione lieve può svilupparsi in un ascesso. Molto spesso questa complicanza si sviluppa a causa di diversi tipi di batteri, ma esiste anche un ascesso asettico (non infettivo).

Cause della formazione di ascessi:

  • penetrazione diretta dell'infezione attraverso la pelle danneggiata - ad esempio, quando ferito, congelamento, frattura aperta;
  • l'introduzione di batteri nel sangue da altri focolai di infezione purulenta, per esempio da un dente affetto da pulpare o dalle tonsille di tonsillite;
  • l'introduzione di una sostanza chimica, ad esempio il farmaco per iniezione, può anche causare un ascesso. Questo sviluppa un tipo speciale di ascesso, asettico. Si chiama così perché l'infezione non prende parte al suo sviluppo - perché il corpo prende un farmaco concentrato o un'altra sostanza chimica irritante.

Su tipi infettivi di ascesso è di dire qualche parola in più.

I principali agenti causali degli ascessi infettivi sono i cosiddetti batteri piogeni: stafilococchi e streptococchi.

Essere introdotti nel corpo, causano una violenta reazione infiammatoria. Spesso sono uniti e E. coli. Molte sottospecie di questi batteri vivono pacificamente sulla superficie della pelle, ma sono assolutamente inaccettabili nell'ambiente interno sterile del corpo. Altri batteri possono causare un ascesso - per esempio, clostridi o tubercolosi del micobatterio, ma questo accade molto meno frequentemente.

Oltre a queste opzioni, il cosiddetto ascesso freddo deve essere menzionato separatamente. Differisce dal fatto che non è accompagnato da gravi sintomi di infiammazione (febbre, dolore, gonfiore) e si verifica nella forma osteo-articolare della tubercolosi.

Classificazione degli ascessi

Un ascesso può formarsi in qualsiasi tessuto molle. A seconda di dove si forma l'ascesso, si distinguono i seguenti tipi di ascesso:

  • ascesso di grasso o muscolo sottocutaneo
    Questo è il tipo più comune di ascesso. La causa di questo è quasi sempre un leggero infortunio.
  • ascesso paratonsillare
    Formata nei tessuti che circondano la tonsilla e, di regola, è una complicazione di tonsillite purulenta.
  • ascesso faringeo
  • ascesso epatico
    Complicazione terribile di malattie infettive acute della cavità addominale.
  • ascesso polmonare
    È spesso il risultato di polmonite o corpi estranei nei bronchi.
  • ascesso cerebrale
    Uno dei tipi più gravi, la prognosi della malattia è solitamente sfavorevole.
  • ascesso degli organi pelvici
    Spesso questa è una conseguenza dell'infezione cronica degli organi genitali femminili.
  • ascesso del ciclo intestinale
  • ascesso appendice
    Si presenta come una complicazione di appendicite.
  • Questa lista è lungi dall'essere completa e mostra solo le opzioni più comuni per l'ubicazione di un ascesso.

    Cos'è un ascesso?

    Indipendentemente da dove si trova l'ascesso, di solito i pazienti si lamentano:

    • alta temperatura;
    • mal di testa;
    • la debolezza;
    • intenso dolore nella zona interessata.

    La regione dell'ascesso stesso fa male, perché c'è un vigoroso processo infiammatorio, e lo stato negativo generale del paziente provoca intossicazione - avvelenamento del corpo con i prodotti dei batteri.

    I sintomi rimanenti dipendono da dove si trova l'ascesso:

    • Se l'ascesso si trova poco sotto la pelle, sopra di esso si può vedere l'area di arrossamento sulla pelle. L'ascesso è caldo e doloroso al tatto.
    • Ascessi paratonsillari e faringei segnalano se stessi dolori durante la deglutizione, e in casi molto avanzati - difficoltà di respirazione.
    • Essendosi formato nel polmone, l'ascesso è accompagnato da tosse ed emottisi.
    • Se gli organi pelvici sono colpiti, i sintomi dell'infiammazione saranno dolore negli organi genitali femminili.

    Negli organi interni, un ascesso provoca sintomi simili ad altre malattie. Tuttavia, un medico esperto può determinare con certezza questa malattia. In questo caso, la diagnosi viene effettuata sulla base dei reclami del paziente, dei dati di laboratorio, dell'esame radiografico e dell'ecografia. Nella maggior parte dei casi, questi dati aiutano a formulare correttamente la diagnosi e iniziano il trattamento in tempo.

    Se un ascesso si forma sulla superficie, immediatamente sotto la pelle, allora può essere facilmente determinato da un medico di qualsiasi specializzazione durante l'esame del paziente.

    Principi di trattamento

    Nonostante tali complicazioni terribili, la medicina moderna affronta con successo il trattamento di questa malattia.

    Un ascesso può essere trattato con farmaci o chirurgicamente:

    • trattamento farmacologico
      Al paziente vengono prescritti antibiotici, farmaci antinfiammatori e fisioterapia. Questo aiuta il corpo a far fronte al pus nell'area infiammata. Grazie ai farmaci, i batteri all'interno dell'ascesso muoiono, il pus si dissolve gradualmente e l'infiammazione scompare. Tuttavia, tale trattamento è possibile solo nella fase iniziale della malattia e solo per ascessi superficiali.
    • un intervento chirurgico
      In altri casi, viene eseguita un'operazione, il cui scopo è quello di aprire l'ascesso e rimuovere il pus dalla ferita utilizzando tubi speciali. L'operazione migliora rapidamente la salute del paziente e previene pericolose complicazioni. Se l'ascesso si trova in posizione superficiale, l'intervento chirurgico è possibile senza ricovero ospedaliero, ad esempio, immediatamente in clinica oa casa. Dopo l'intervento, il paziente viene disinfettato quotidianamente nella cavità aperta e continua a prendere antibiotici.

    Possibili complicazioni

    Se l'ascesso non viene trattato, gradualmente la sua capsula si ammorbidisce e il pus esplode. Pertanto, le conseguenze del trattamento tardivo possono essere piuttosto gravi.

    Anche l'ascesso superficiale più innocente può rompersi, per esempio, in un vaso sanguigno, e quindi causare infezioni del sangue.

    Inoltre, l'ascesso stesso schiaccia i tessuti circostanti e altera le loro funzioni.

    Quando il pus irrompe nella cavità addominale, si sviluppa la peritonite (infiammazione del peritoneo) - una malattia molto pericolosa con un alto tasso di mortalità.

    Se erompe un ascesso polmonare, si verifica uno pneumotorace - un accumulo di aria nella cavità pleurica, che interferisce con la normale respirazione.

    Ascesso cerebrale, viola la struttura del tessuto nel cranio, portando a violazioni persistenti del cervello (linguaggio, coscienza, paralisi).

    Un ascesso occipitale può interferire meccanicamente con il passaggio dell'aria attraverso il tratto respiratorio e rendere così difficile la respirazione e persino portare al soffocamento.

    Ascesso dei tessuti molli

    Ascesso dei tessuti molli - situato nei muscoli o tessuto adiposo sottocutaneo delimitato dai tessuti circostanti e riempito con una cavità purulenta del contenuto. L'ascesso dei tessuti molli è caratterizzato dalla presenza di edema, iperemia, dolore cutaneo e fluttuazioni dei sintomi nell'area della sua localizzazione; cambiamenti somatici (mal di testa, ipertermia, malessere, disturbi del sonno). L'esame diagnostico comprende l'esame dell'area interessata, l'ecografia, l'esame radiologico, la puntura ascessica diagnostica e l'esame batteriologico del suo contenuto. Dopo che è stato formato un ascesso, viene eseguita un'apertura aperta o chiusa, seguita da drenaggio postoperatorio e lavaggio con soluzioni antisettiche.

    Ascesso dei tessuti molli

    L'ascesso dei tessuti molli differisce da altre malattie infiammatorie (empiema, cellulite) dalla presenza di una capsula infiltrativa o, come viene anche chiamata, una membrana piogenica. Tale capsula ha anche altre posizioni ascessi :. cerebrale ascesso, ascesso polmonare, ascesso sottodiaframmatica, retrofaringeo ascesso ascesso prostatico ascesso admaxillary ecc Capsule ascesso tessuti molli limita da strutture anatomiche adiacenti e impedisce la diffusione del processo purulenta. Tuttavia, l'accumulo di quantità significative di essudato, un aumento ascesso e diradamento sua capsula può portare ad un risultato di ascesso tessuti molli con pus sua uscita negli spazi tessuti o intermuscolari circostanti con lo sviluppo di diffusi infiammazione purulenta - flemmone.

    motivi

    Ascesso dei tessuti molli a causa di ingestione di microrganismi piogeni. In circa un quarto dei casi, l'ascesso dei tessuti molli è causato da un'infezione da stafilococco. Gli agenti patogeni possono anche essere streptococchi, Escherichia coli, Proteus, Pud ecudema, Clostridi e altri microrganismi patogeni. Spesso, l'ascesso dei tessuti molli ha un'eziologia polimicrobica. Nella tubercolosi osteo-articolare, potrebbe esserci un ascesso di tessuto molle "a freddo" causato da tubercolosi da micobatteri.

    La penetrazione di microrganismi purulenti che causano un ascesso di tessuti molli, si verifica spesso in violazione dell'integrità della pelle a seguito di ferite, lesioni, microtraumi, ustioni, congelamento, fratture esposte. L'ascesso dei tessuti molli può verificarsi durante la diffusione di microrganismi per via linfatica ed ematogena dai foci purulenti presenti nel corpo. Ad esempio, foruncolo, favo, pioderma, angina suppurativa, peritonite ed altri. L'infezione con i tessuti molli formazione di ascessi da iatrogena può verificarsi durante l'iniezione di un ago infetto. In rari casi, vi è un ascesso asettico di tessuti molli, causato dall'ingestione di tessuti che causano la necrosi dei liquidi (cherosene, benzina, ecc.).

    Favorisce lo sviluppo di un ascesso sfondo dei tessuti molli è la presenza nel corpo di un'infezione cronica (sinusite, tonsillite cronica, faringite, etc. P.), Long scorre tratto gastro-intestinale (ulcera gastrica, gastrite cronica, duodenite, enterocolite), disturbi della circolazione periferica, disordini metabolici (obesità, ipotiroidismo, diabete, carenza di vitamine).

    sintomi

    L'ascesso dei tessuti molli è caratterizzato dalla presenza di sintomi locali e somatici. I segni locali includono dolore, gonfiore e arrossamento dell'area della pelle situata sopra l'ascesso. L'applicazione di pressione nella zona interessata provoca un aumento del dolore. Se l'ascesso del tessuto molle è localizzato superficialmente, i sintomi locali sono chiaramente pronunciati e integrati da un sintomo di fluttuazione che si verifica alcuni giorni dopo che l'ascesso si è formato, indicando l'accumulo di contenuto liquido all'interno del fuoco infiammatorio. Con ascessi profondamente radicati, i suoi sintomi locali non sono così evidenti, non si osservano fluttuazioni e cambiamenti nella condizione generale del paziente possono venire alla ribalta.

    I segni somatici di ascesso dei tessuti molli non sono specifici. I pazienti notano affaticamento, mal di testa ricorrente, debolezza, disturbi del sonno, un aumento della temperatura corporea, che può raggiungere 39-40 ° C ed essere accompagnato da brividi. Gravi sintomi di intossicazione possono essere associati con l'assorbimento nel sangue di sostanze tossiche derivanti dalla scomposizione dei tessuti all'interno dell'ascesso, o indicano la diffusione di un processo purulento e la minaccia di sepsi.

    Complicazione di un ascesso dei tessuti molli, fatta eccezione per la sepsi, può essere lo sviluppo della cellulite, purulenta fusione della parete adiacente grande vaso, coinvolgimento tronco nervoso nel processo di sviluppo del neurite, la transizione di infiammazione purulenta nell'osso sottostante con la presenza di osteomielite.

    diagnostica

    Durante l'esame diagnostico del paziente, un traumatologo o un chirurgo dovrebbe prestare attenzione alla presenza nella sua storia di un'indicazione del verificarsi di sintomi infiammatori dopo trauma, lesioni o iniezione. L'ascesso dei tessuti molli in posizione superficiale è facilmente rilevabile all'esame dell'area interessata. Ascessi più profondi richiedono una scansione ad ultrasuoni e una puntura diagnostica. Dopo la puntura, il materiale risultante viene sottoposto ad esame batteriologico per determinare la sensibilità della microflora piogenica agli antibiotici.

    Se si sospetta un ascesso "freddo", vengono eseguiti l'esame radiografico dell'area interessata e la diagnosi di tubercolosi mediante PCR. Vengono diagnosticate anche malattie di fondo del paziente, che possono richiedere consultazioni di specialisti correlati: un otorinolaringoiatra, un gastroenterologo e un endocrinologo.

    trattamento

    Nella fase iniziale, si raccomanda un trattamento conservativo: terapia anti-infiammatoria e UHF. L'ascesso formato di tessuto molle è soggetto a trattamento chirurgico obbligatorio. L'apertura e il drenaggio degli ascessi dei tessuti molli sono di solito eseguiti dal chirurgo nella sala operatoria ambulatoriale. Ospedalizzazione è necessaria nel caso di ascesso complicato, recidiva ascesso dopo il trattamento chirurgico, la presenza di patologie gravi o condizione del paziente, la natura delle infezioni anaerobiche, ad alto rischio di complicanze postoperatorie nella posizione dell'ascesso sul viso, vicino ai grandi vasi sanguigni o tronchi nervosi.

    In traumatologia e chirurgia, viene attualmente utilizzato un trattamento chirurgico aperto e chiuso per ascesso di tessuti molli. Il metodo chiuso viene effettuato attraverso una piccola incisione. Include il curettage delle pareti e l'aspirazione del contenuto dell'ascesso, l'uso di un tubo di drenaggio a doppio lume, l'aspirazione attiva e il lavaggio della cavità ascessuale dopo l'operazione per aprirlo. Un metodo di trattamento aperto comporta lo svuotamento e il lavaggio dell'ascesso con un antisettico dopo la sua ampia dissezione, il drenaggio mediante strisce larghe, il WC postoperatorio giornaliero della cavità ascessiva e la medicazione.

    Se l'apertura e il drenaggio di un ascesso non porta all'indebolimento e alla graduale scomparsa dei sintomi somatici e di intossicazione generali, allora si dovrebbe pensare alla generalizzazione dell'infezione purulenta e allo sviluppo della sepsi. In tali casi, è necessario condurre una massiccia terapia antibatterica, disintossicazione, infusione e misure terapeutiche sintomatiche.

    prevenzione

    La prevenzione della formazione di ascessi nei tessuti molli consiste nell'osservare le regole dell'asepsi e della tecnica di iniezione, utilizzando solo siringhe e aghi monouso, trattamento tempestivo dei processi purulenti di varia localizzazione, aumento della resistenza non specifica dell'organismo, trattamento primario adeguato e completo delle ferite.

    Ascesso: sintomi e trattamento

    Tutti possono avere un bruciore poco attraente sul loro corpo, causando gravi disagi. Il suo luogo di localizzazione potrebbe essere qualsiasi cosa: a partire dal padiglione auricolare e termina con gli arti inferiori. Questa malattia della pelle è chiamata ascesso. La malattia colpisce qualsiasi indiscriminatamente, non disdegnando nemmeno i neonati. Ma molte persone non comprendono appieno la gravità di questo fenomeno, che è in grado di causare gravi danni alla salute umana. Quindi cos'è un ascesso e come affrontarlo efficacemente?

    Cos'è un ascesso?

    Un ascesso della pelle è un fenomeno infiammatorio che colpisce i tessuti molli di una persona ed è accompagnato dalla formazione di pus. Un ascesso dopo aver recentemente eseguito procedure chirurgiche sullo sfondo di complicanze può verificarsi abbastanza spesso. Questa è un'infezione localizzata nelle cellule dell'epidermide, che si manifesta dapprima come arrossamento. Nel tempo, l'area interessata del corpo si indurisce e, dopo che l'ascesso si ammorbidisce, forma una capsula con accumuli purulenti.

    La malattia si verifica ugualmente spesso, indipendentemente dal sesso e dall'età. Per gli uomini, le lesioni della pelle sono più caratteristiche, localizzate nelle zone della testa e del collo, nonché sulle estremità e sulla zona perirettale. Nelle donne sono più comuni ascessi ascellari, vulvovaginali e perrettali.

    Tipi di ascesso

    Tutte le malattie hanno diversi tipi di manifestazioni cliniche. L'ascesso non fa eccezione.

    La malattia è divisa nei seguenti tipi:

    1. Infiammazione purulenta dei linfonodi. Di solito si verificano durante l'infanzia, manifestandosi nei linfonodi cervicali. Un problema simile si verifica a causa dell'infezione delle tonsille. Questa malattia accompagna anche la tubercolosi linfonodale.
    2. Suppurazione delle ghiandole mammarie contro i capezzoli screpolati durante l'allattamento.
    3. Ascessi di organi interni (rene, ascesso polmonare, fegato, ecc.).
    4. Tipo freddo Gli accumuli purulenti sono concentrati in un'area separata. In questo caso, non si osservano sintomi pronunciati, come febbre, arrossamento profuso della pelle o dolore.
    5. Gli ascessi addominali sono una raccolta di pus senza segni di reazioni infiammatorie acute. Un fenomeno simile si osserva con la tubercolosi articolare e ossea.
    6. Ascesso parodontale
    7. Felon, foruncoli e foruncoli, bollire - tutto questo equivale anche agli ascessi.
    8. Accumuli puritativi subfrenali del peritoneo, concentrati sotto il diaframma. Spesso accompagnato da gas. La malattia si manifesta sulla base di complicazioni dopo pancreatite, appendicite e ulcere gastrointestinali.
    9. L'ascesso post-iniezione si verifica quando la regione in cui è stata effettuata l'iniezione viene soppressa.

    Un ascesso è un problema serio che può creare uno squilibrio nella vita ben organizzata di una persona e della sua salute. Pertanto, quando si verificano, è necessario contattare immediatamente uno specialista.

    Ascesso polmonare

    Un tale ascesso di solito si verifica dopo polmonite focale. Inoltre, lo sviluppo di un ascesso è possibile dopo la penetrazione nel polmone di corpi estranei. Un tale colpo può provocare un'ostruzione del bronco, in conseguenza del quale c'è un vuoto di spazio e si sviluppa un ascesso.

    L'ascesso polmonare spesso si sviluppa con una ridotta immunità del corpo, nella vecchiaia o nell'infanzia. I batteri di qualsiasi suppurazione nel corpo possono essere trasportati dal sangue ai polmoni, il che provoca lo sviluppo della malattia.

    sintomi

    I sintomi dell'ascesso polmonare possono variare a seconda delle condizioni dell'ascesso. Prima della scoperta dell'ascesso, il paziente è in condizioni gravi ed è accompagnato dai seguenti sintomi:

    • accumulo di pus nei polmoni;
    • febbre;
    • sudorazione eccessiva;
    • senza appetito;
    • respirare è difficile.

    Dopo un ascesso, la condizione migliora significativamente e tutto torna gradualmente alla normalità. Tuttavia, fino a quando tutto l'espettorato purulento esce dal polmone del paziente, un colpo di tosse accompagna.

    Ascesso della gola

    L'ascesso della gola può verificarsi a seguito di un danno meccanico e in conseguenza di varie complicanze delle malattie della gola, ad esempio l'angina lacunare o follicolare. Le infiammazioni croniche della cavità nasale, delle orecchie e della gola possono anche innescare questo problema.

    Foto di ascesso della gola

    Questo ascesso è caratterizzato da sintomi simili all'angina - tonsille rigonfia, ansie respiratorie, mal di gola.

    Cause e meccanismo di manifestazione

    Come ogni disturbo, si forma un ascesso dopo l'integrità dei sistemi protettivi del corpo e la penetrazione di vari microrganismi nocivi e virus. I batteri che provocano lo scioglimento della pelle e l'aspetto di una capsula purulenta sono presenti nel corpo di qualsiasi persona. Ma con situazioni specifiche e la creazione di un ambiente favorevole per aumentare il loro numero, sono in grado di diventare più attivi.

    Ascesso area parotidea

    La parte del leone di tali batteri vive sulle mucose della bocca e della cavità nasale, dei bulbi oculari, dei sistemi urinari e di quelli che si trovano sugli organi interni. È estremamente difficile determinare per quale motivo si sia formato un ascesso e l'efficacia e l'efficacia del trattamento dipendono da questo fattore. La varietà di batteri che può causare un ascesso è estremamente alta.

    I colpevoli più comuni di ascesso:

    • Staphylococcus aureus. Gli esperti rilevano la sua presenza nel 27,6% delle suppurazioni cutanee, che sono seminate in coltura pura e nel 47,4% di esse si verificano in ascessi diagnosticati e concentrati sulla parte superiore del corpo (ascesso del lobo dell'orecchio, collo, cavità ascellari e aree del busto). Alcuni dei sottogruppi di questo batterio non hanno sensibilità alla maggior parte degli antibiotici, il che complica il corso del trattamento.
    • Proteus Mirabilis è uno dei tanti batteri che vivono nell'intestino crasso e determinati dalla microscopia delle feci. Il microrganismo è l'agente eziologico degli ascessi della parte inferiore del corpo (ascesso sulla gamba, aree intime), sebbene gli ospiti degli abitanti della pelle non siano uguali.
    • E. coli è anche tra gli agenti causali comuni dell'ascesso. Il batterio è coinvolto nella vita umana e si trova nella microflora intestinale. Ma con un'atmosfera specifica e in violazione dell'integrità degli strati protettivi del corpo, E. coli può essere la causa principale di disturbi gravi e talvolta fatali;
    • Alcuni agenti farmacologici possono diventare un provocatore di ascesso. Di solito, il colpo viene assorbito dalle gambe, dove le suppurazioni assomigliano alla cellulite della pelle.

    Foto di un ascesso nella zona intima

    Inoltre, ci sono un certo numero di malattie che possono essere complicate dallo sviluppo di suppurazione.

    Sintomi di ascesso

    Come già accennato, un ascesso può essere localizzato su qualsiasi parte del corpo. Di solito si formano suppurazioni a causa della violazione dell'integrità della pelle, che si verifica dopo ferite, tagli e interventi chirurgici recenti. Di conseguenza, la flora condizionatamente patogena, che copre l'epitelio umano, entra nel corpo e, in condizioni favorevoli, attiva la sua riproduzione. In risposta, il corpo risponde limitando la pelle colpita da cellule sane che usano tessuti infiammati. Quando si forma una carenza di barriera, si forma una capsula, dove nasce un ascesso.

    Ascesso della pelle, foto

    Funzionalità alterata delle ghiandole sebacee e sudoripare può anche portare a suppurazione e formazione di ascessi. Di solito, tali fenomeni si verificano sul viso, formando un ascesso dietro l'orecchio, il collo, le ascelle e l'area circostante il retto.

    Nelle prime fasi dello sviluppo della suppurazione, i pazienti lamentano dolore banale e gonfiore nella zona interessata della pelle, che è evidente alla palpazione (questo sintomo dura per 3-5 giorni). Quindi le aree dell'ascesso di formazione sono visti movimenti oscillanti del segreto all'interno della cavità in cui l'ascesso ha avuto origine. Il dolore pulsante è possibile in quest'area.

    Di solito, i segni di intossicazione sono assenti in una persona, ma raramente si può avvertire una lieve tachicardia, che i medici associano allo squilibrio psico-emotivo. Si verifica sullo sfondo del dolore e dell'infiammazione.

    Dai sintomi della manifestazione esterna è possibile rilevare la formazione di un edema denso intorno ad un ascesso che si verifica sullo sfondo di ristagno e infiammazione. Ma con ulteriori formazioni, le suppurazioni possono provocare un aumento della temperatura corporea, non oltrepassando i bordi sicuri (fino a 37,5 ° C).

    Durante l'esacerbazione, è possibile un forte aumento della temperatura, che può portare al ricovero del paziente. In caso di ascessi degli organi interni, il paziente può soffrire di malessere generale, fluttuazioni di temperatura costanti, sudorazione eccessiva, dolore, danno a certe parti del corpo.

    complicazioni

    Se trascuriamo la malattia, allora c'è un'alta probabilità di una scoperta della suppurazione all'esterno o nella cavità dell'organo dove si trova l'ascesso. Inoltre, con un ascesso della pelle, possono verificarsi complicazioni nella forma di sviluppo della cellulite - fusione purulenta della più grande nave più vicina, che coinvolge il tronco nervoso nel processo. Questo fattore innesca la formazione di neurite e l'infiammazione purulenta passa al tessuto osseo, causando l'osteomielite. Un ascesso sulla gamba, sugli arti superiori, ecc. Può causare questo.

    Spesso c'è una deplezione generale del corpo e anoressia dovuta alla rottura del tessuto.

    Diagnosi di ascesso

    Gli specialisti possono facilmente determinare la presenza di ascessi cutanei, il cui trattamento non è particolarmente difficile se si determina la causa dello sviluppo della malattia. Ma la diagnosi di un profondo ascesso interno richiede la consegna di alcuni test e altre procedure diagnostiche.

    Ad esempio, la diagnosi di ebollizione si verifica visivamente. Tale diagnosi può essere fatta da un chirurgo, un dermatologo o anche un terapeuta.

    Per diagnosticare un ascesso di una forma più complessa è necessario:

    • fare un esame del sangue;
    • sottoporsi a ecografia e radiografia della zona interessata;
    • anche la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono raccomandate.

    Dopo aver ottenuto dati affidabili, lo specialista sarà in grado di determinare la posizione dell'ascesso, il suo stadio di sviluppo e prescriverà un trattamento a seconda del quadro clinico individuale.

    Trattamento ascesso

    In caso di ascesso cutaneo, l'escissione e il drenaggio del pus vengono eseguiti senza complicazioni. Quindi viene trattata la ferita risultante. Con un intervento qualificato, non è richiesto alcun trattamento medico. Se l'ebollizione è piccola, viene aperta su base ambulatoriale. In caso di ascessi degli organi interni, al paziente viene prescritto un intervento chirurgico con precedente ospedalizzazione. Se la suppurazione si trova nel polmone o nel fegato, allora viene eliminata mediante puntura con l'aspirazione di pus e l'ulteriore introduzione di antibiotici nella cavità di ascesso svuotata.

    Quando la suppurazione della pelle dopo l'apertura, si verifica una ferita, che deve essere regolarmente trattata con disinfettanti. Inoltre spesso c'è una necessità per l'uso di vari agenti farmacologici. Un ascesso dietro l'orecchio, ad esempio, viene spesso trattato con antibiotici e farmaci antibatterici, poiché gli ascessi cutanei provocano più spesso batteri e funghi. È consigliabile nel processo di igiene quotidiana utilizzare prodotti antisettici per il trattamento delle aree colpite.

    Ascessi come i foruncoli, passano da soli senza un intervento intensivo. La previsione per la suppurazione, il cui trattamento viene eseguito in modalità stazionaria, è vantaggiosa anche per il paziente. Complicazioni possono verificarsi contro un sistema immunitario soppresso. Per evitare questo, i medici prescrivono nel processo di trattamento e riabilitazione dei complessi vitaminici.

    Trattamento di ascesso a casa

    Il decorso del trattamento in un ascesso a casa può essere effettuato solo quando l'ascesso è nelle fasi iniziali della sua formazione e il volume dell'area interessata è minimo. È meglio iniziare ad agire già quando il processo infiammatorio ha appena iniziato a svilupparsi per evitare possibili complicazioni. I metodi più popolari di trattamento a casa sono l'uso di impacchi caldi e lozioni. Il calore attiva la circolazione del sangue nella zona interessata, che aiuta il corpo a resistere alle infezioni aumentando il numero di leucociti nell'area di suppurazione.

    Trattamento di rimedi popolari ascesso:

    Tratta l'ascesso con il pane.

    Affinché un ascesso possa maturare più rapidamente e viene applicato un impacco dal pane di segale. Per fare ciò, il pane deve essere cotto a vapore e applicato sulla zona interessata. Dopodiché, copri il pane con una foglia di cavolo, copri con la carta e arrotolalo bene. Questo impacco è necessario per mantenere il giorno.

    Trattare l'arco ascesso

    Grattugiare la cipolla su una grattugia e applicarla sulla zona interessata. Comprimere deve essere cambiato ogni quattro ore.

    Trattare l'ascesso di aloe

    Applicare un foglio di aloe inciso o una benda inumidita con succo o aloe grattata sulla zona interessata. Devi cambiare ogni dieci ore.

    Trattamento bardana

    A stomaco vuoto, masticare la radice di bardana, quindi sputare la sostanza risultante e applicare sulla zona interessata per 24 ore.

    Trattare le patate ascesso

    Grattugiate le patate crude e applicate per quattro ore alla zona con l'ascesso.

    Trattamento di psillio

    Brucia finemente la foglia del platano e attacca per quattro ore al punto dolente.

    Trattare l'ascesso con propoli

    Olio di semi di girasole, far bollire e lasciare raffreddare ad una temperatura di 60 ° C. Metti 10 g di propoli e riscalda dieci minuti a 80 ° C. Dopo lo sforzo, applicare sulla zona interessata.

    ascesso

    Un ascesso (ascesso, ascesso) è un'infiammazione purulenta, accompagnata dallo scioglimento dei tessuti e dalla formazione di una cavità piena di pus. Può essere formato nei muscoli, nel tessuto sottocutaneo, nelle ossa, negli organi interni o nel tessuto circostante.

    Cause di ascessi e fattori di rischio

    La causa dell'ascesso è la microflora piogenica, che penetra nel paziente attraverso le membrane mucose o il danno della pelle, o viene trasportata attraverso il flusso sanguigno da un altro sito primario di infiammazione (via ematogena).

    L'agente eziologico nella maggior parte dei casi diventa una flora microbica mista, in cui gli stafilococchi e gli streptococchi sono prevalenti in combinazione con vari tipi di bastoncini, ad esempio Escherichia coli. Negli ultimi anni, il ruolo degli anaerobi (clostridi e batteri), nonché l'associazione di microrganismi anaerobici e aerobici nello sviluppo di ascessi è aumentato significativamente.

    A volte ci sono situazioni in cui il pus si ottiene quando si apre un ascesso quando la semina su terreni di coltura tradizionali non dà origine alla crescita della microflora. Ciò indica che in questi casi la malattia è causata da agenti patogeni non caratteristici, che non possono essere rilevati con tecniche diagnostiche convenzionali. In una certa misura, questo spiega i casi di ascessi con un decorso atipico.

    Gli ascessi possono verificarsi come una malattia indipendente, ma più spesso sono una complicazione di qualche altra patologia. Ad esempio, la polmonite può essere complicata da ascessi polmonari e tonsillite purulenta - ascesso paratonsillare.

    Con lo sviluppo dell'infiammazione purulenta, il sistema protettivo del corpo tende a localizzarlo, il che porta alla formazione di una capsula restrittiva.

    Forme della malattia

    A seconda della posizione:

    • ascesso subfrenico
    • retrofaringei;
    • paratonsillar;
    • peripharyngeal;
    • tessuto molle;
    • facile;
    • cervello;
    • ghiandola prostatica;
    • parodontale;
    • intestini;
    • pancreas;
    • scroto;
    • Spazi di Douglas;
    • appendicolare;
    • fegato e subpatico; e altri

    Le caratteristiche del decorso clinico delle seguenti forme di ascesso:

    1. Caldo o piccante Accompagnato da una pronunciata reazione infiammatoria locale, così come una violazione delle condizioni generali.
    2. Fa freddo. Differisce dal solito ascesso in assenza di segni generali e locali del processo infiammatorio (febbre, arrossamento della pelle, dolore). Questa forma della malattia è caratteristica di alcuni stadi di actinomicosi e tubercolosi osteo-articolare.
    3. Wandering. La formazione di un sito di accumulo di pus non porta allo sviluppo di una reazione infiammatoria acuta. La formazione di un ascesso si verifica per un lungo periodo (fino a diversi mesi). Sviluppa sullo sfondo di forme osteo-articolari di tubercolosi.

    Sintomi di ascesso

    Il quadro clinico della malattia è determinato da molti fattori e, soprattutto, dal luogo di localizzazione del processo purulento, dalla causa dell'ascesso, dalle sue dimensioni, dallo stadio di formazione.

    I sintomi di un ascesso localizzato nei tessuti molli superficiali sono:

    • gonfiore;
    • arrossamento;
    • dolore acuto;
    • aumento del locale e, in alcuni casi, della temperatura generale;
    • erettile;
    • fluttuazione.

    Gli ascessi addominali si manifestano con i seguenti sintomi:

    • febbre intermittente (intermittente) con un tipo di curva di temperatura frenetica, cioè soggetta a fluttuazioni significative durante il giorno;
    • forti brividi;
    • tachicardia;
    • mal di testa, dolori muscolari e articolari;
    • mancanza di appetito;
    • grave debolezza;
    • nausea e vomito;
    • scarico ritardato di gas e feci;
    • tensione muscolare della parete addominale.

    Con la localizzazione di un ascesso nell'area subfrenico, i pazienti possono avvertire mancanza di respiro, tosse, dolore nella parte superiore dell'addome, aggravamento al momento dell'inalazione e irradiazione alla scapola e alla spalla.

    Quando ascessi pelvici si verificano irritazione riflessa del retto e della vescica, che è accompagnata dalla comparsa di tenesmo (falso desiderio di defecare), diarrea e minzione frequente.

    Gli ascessi retroperitoneali sono accompagnati da dolore nella zona lombare, la cui intensità aumenta con la flessione delle gambe nelle articolazioni dell'anca.

    I sintomi di un ascesso cerebrale sono simili ai sintomi di qualsiasi altro volume (cisti, tumori, ematomi) e possono variare in una gamma molto ampia, che va da un lieve mal di testa a gravi sintomi cerebrali.

    Per ascesso polmonare è caratterizzato da un significativo aumento della temperatura corporea, seguito da forti brividi. I pazienti lamentano dolore al petto, aggravato dal tentativo di respirare profondamente, mancanza di respiro e tosse secca. Dopo aver aperto un ascesso nel bronco, si ha una forte tosse con abbondante espettorato, dopo di che la condizione del paziente inizia a migliorare rapidamente.

    Gli ascessi nell'orofaringe (faringeo, paratonsillare, faringeo) nella maggior parte dei casi si sviluppano come complicazione della tonsillite purulenta. Sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

    • forte dolore che si estende fino ai denti o all'orecchio;
    • sensazione di corpo estraneo in gola;
    • spasmo muscolare che impedisce l'apertura della bocca;
    • dolore e gonfiore dei linfonodi regionali;
    • febbre;
    • insonnia;
    • la debolezza;
    • voci nasali;
    • aspetto dalla bocca di un cattivo odore putrido.
    Vedi anche:

    Diagnosi di ascesso

    Gli ascessi superficiali dei tessuti molli non causano alcuna difficoltà nella diagnosi. Con una posizione più profonda, potrebbe essere necessario eseguire una ecografia e / o una puntura diagnostica. Il materiale ottenuto durante la puntura viene inviato all'esame batteriologico, che consente di identificare l'agente eziologico della malattia e determinarne la sensibilità agli antibiotici.

    Gli ascessi dell'orofaringe vengono rilevati durante l'esame ENT.

    Gli ascessi possono verificarsi come una malattia indipendente, ma più spesso sono una complicazione di qualche altra patologia. Ad esempio, la polmonite può essere complicata da ascessi polmonari e tonsillite purulenta - ascesso paratonsillare.

    Molto più difficile da diagnosticare gli ascessi del cervello, dell'addome, dei polmoni. In questo caso, viene condotto un esame strumentale, che può includere:

    • Ultrasuoni della cavità addominale e della piccola pelvi;
    • risonanza magnetica o tomografia computerizzata;
    • radiografia.

    In generale, un'analisi del sangue a qualsiasi localizzazione di un ascesso determina la caratteristica di segni di un processo incendiario acuto (un aumento nel numero di leucociti, uno spostamento della formula di leucocita a sinistra, un aumento di ESR).

    Trattamento ascesso

    Nella fase iniziale di sviluppo dell'ascesso dei tessuti molli superficiali, viene prescritta una terapia antinfiammatoria. Dopo la maturazione dell'ascesso, viene aperto, di solito su base ambulatoriale. Il ricovero è indicato solo nella grave condizione generale del paziente, la natura anaerobica del processo infettivo.

    Si raccomanda l'uso di unguento di Ilon come ausilio nel trattamento, nonché per la prevenzione delle complicanze degli ascessi del grasso sottocutaneo. L'unguento deve essere applicato sull'area interessata sotto una benda o cerotto sterile. A seconda del grado di suppurazione, è necessario cambiare la medicazione una o due volte al giorno. La durata del trattamento dipende dalla gravità del processo infiammatorio, ma, in media, l'unguento deve essere applicato per almeno cinque giorni per ottenere un risultato soddisfacente. Unguento Ilon K è venduto in farmacia.

    Il trattamento dell'ascesso polmonare inizia con la nomina di antibiotici ad ampio spettro. Dopo aver ricevuto un antibiotico, la terapia antibiotica viene corretta per la sensibilità dell'agente patogeno. Se ci sono prove per migliorare il deflusso di contenuto purulento eseguire il lavaggio broncoalveolare. L'inefficacia del trattamento conservativo dell'ascesso è un'indicazione per la chirurgia - resezione (rimozione) dell'area interessata del polmone.

    Trattamento di ascessi cerebrali nella maggior parte dei casi, chirurgici, in quanto possono portare alla dislocazione del cervello e causare la morte. La controindicazione alla rimozione degli ascessi è la loro localizzazione nelle strutture profonde e vitali (nuclei subcorticali, tronco cerebrale, collinetta visiva). In questo caso, la puntura della cavità ascessuale, la rimozione del contenuto purulento con un metodo di aspirazione, seguita dal lavaggio della cavità con una soluzione antisettica, viene utilizzata. Se è richiesto un lavaggio ripetuto, il catetere attraverso il quale viene effettuato viene lasciato per un po 'nella cavità.

    Con ascessi cerebrali, la prognosi è sempre molto grave, la morte è osservata nel 10% dei casi e il 50% dei pazienti sviluppa una disabilità permanente.

    Gli ascessi addominali vengono rimossi chirurgicamente.

    Possibili conseguenze e complicazioni

    Gli ascessi per il trattamento tardivo possono portare a gravi complicazioni:

    • neurite;
    • osteomielite;
    • ascessi;
    • fusione purulenta della parete dei vasi sanguigni con il verificarsi di emorragia potenzialmente letale;
    • meningite purulenta;
    • empiema pleurico;
    • peritonite;
    • sepsi.

    prospettiva

    La prognosi dipende dalla localizzazione dell'ascesso, dalla tempestività e dall'adeguatezza del trattamento. Gli ascessi sottocutanei di solito terminano in completo recupero. Con ascessi cerebrali, la prognosi è sempre molto grave, la morte è osservata nel 10% dei casi e il 50% dei pazienti sviluppa una disabilità permanente.

    prevenzione

    La prevenzione dello sviluppo di ascessi ha lo scopo di impedire che la microflora patogena piogenica entri nel corpo del paziente e include le seguenti misure:

    • osservanza attenta di asepsi e antisettici durante l'esecuzione di interventi medici, accompagnata da danni alla pelle;
    • condurre tempestivamente il trattamento chirurgico primario delle ferite;
    • riabilitazione attiva di focolai di infezione cronica;
    • aumentare le difese del corpo.

    Come riconoscere un ascesso e come curarlo

    L'articolo descrive in dettaglio come distinguere l'ascesso da un tumore. Consideriamo le cause dell'infezione. Scopri quali complicazioni possono sorgere. Di conseguenza, farai conoscenza con i farmaci che ti permettono di affrontare la malattia in modo rapido ed efficace. E anche scoprire quali metodi per combattere la malattia è nella medicina tradizionale.

    cause di

    Un ascesso è una reazione protettiva del corpo contro l'infezione. La nostra immunità crea una capsula che incapsula l'infiammazione purulenta in un unico posto e impedisce che si diffonda ulteriormente a una pelle sana.

    Le cause includono:

    • Violazione dell'integrità della pelle (tagli, graffi, fratture aperte, ustioni).
    • Infezioni trasmesse precedentemente (polmonite, tubercolosi).
    • Strumenti medici non sterili.
    • Pozione di iniezione (tiro).
    • Malattie croniche (dermatiti, eczemi, faringiti).
    • Il diabete mellito.

    sintomi

    Vale la pena notare che un ascesso è una malattia infettiva complessa. Si presenta in forma acuta, con forte dolore e febbre. Può verificarsi ovunque sul corpo umano. Ma le infiammazioni purulente sul viso e sulla testa sono particolarmente pericolose.

    L'infezione può essere riconosciuta dai sintomi esterni caratteristici:

    • Rossore della zona interessata.
    • Aumento della temperatura fino a 39 - 40 ° С.
    • Tumore.
    • Debolezza generale
    • Dolore nella zona infiammata.
    • Diminuzione dell'appetito

    La malattia dà al paziente disagio, dolore acuto. Pertanto, è necessaria l'assistenza medica immediata.

    I medici distinguono diversi tipi di infiammazione purulenta (ascesso). A seconda della posizione, ci sono:

    • Infezione dei tessuti molli. È caratterizzato da edema, infiammazione purulenta e dolore del corso.
    • Specie paratonsillare (su mandorla). È un'infiammazione della fibra che circonda le tonsille.
    • Polmonare. Polmonite non specifica
    • L'iniezione. Infiammazione limitata dei tessuti molli dopo iniezioni.
    • Infezione del cervello. Accumulo di liquido purulento nel cranio, a causa dello sviluppo di infezione (stafilococco, streptococco, toxoplasma, Escherichia coli, batterio anaerobico).

    Ovunque si formi un ascesso, richiede un trattamento immediato e un intervento chirurgico.

    diagnostica

    Non sarà difficile diagnosticare la malattia, dal momento che le sue manifestazioni sono chiaramente visibili esternamente.

    Con i segni esterni, è possibile determinare lo stadio dell'infezione:

    • Formazione (fase iniziale). La pelle è gonfia, rossa e dolorante quando viene toccata.
    • Secondo stadio L'istruzione inizia a ingiallirsi e diventa morbida al tatto. C'è dolore e aumento della temperatura corporea.

    Di norma, quando il paziente ha un ascesso, i linfonodi sono ingranditi, ma sono indolori quando vengono toccati.

    Per confermare la diagnosi, si consiglia di superare i seguenti test:

    • Emocromo completo - con un ascesso che mostra segni non specifici di infiammazione (stafilococchi e streptococchi in grandi quantità).
    • Bakposev - pus è preso per l'analisi.

    È importante! Ai primi segni di un ascesso (arrossamento, dolore, febbre) non automedicare. L'area aperta indipendente è vietata. Questo è irto di conseguenze non intenzionali (avvelenamento del sangue, fusione purulenta delle pareti dei vasi sanguigni) e persino la morte.

    trattamento

    Indipendentemente dal sito di infezione, l'area interessata viene aperta. La procedura viene eseguita su base ambulatoriale (quando si viene periodicamente in ospedale per cure e procedure).
    Nei casi gravi (ascessi di organi interni, testa, faccia) il paziente viene ricoverato in ospedale.
    Il chirurgo pulisce il punto aperto dal pus e tratta la ferita con un antisettico (alcol 70%).

    Se l'ascesso colpisce gli organi interni, come il fegato, i polmoni, viene eseguita una puntura. Il pus viene espulso dall'organo e vengono iniettati antibiotici ("Cefazolin", "Gentamicina", "Kanamicina").

    Buono a sapersi! Lo stadio estremo della chirurgia per ascessi cronici è la rimozione dell'organo insieme ad un ascesso.

    Dopo che un ascesso è stato aperto e un pus viene eliminato, vengono prescritti un trattamento farmacologico, una nutrizione potenziata, trasfusioni di sangue (se necessario).

    antibiotici

    Per il trattamento e la guarigione precoce delle ferite, utilizzare mezzi efficaci di farmaci per via orale o iniezioni, unguenti. Pre-trattare la ferita, applicare un unguento e fare un'iniezione.

    Il trattamento antibiotico aiuta ad uccidere i microrganismi nocivi (patogeni) e contribuisce al rapido recupero del corpo.

    Iniezione "Cefazolina"

    Lottando attivamente con stafilococchi e streptococchi. Distruggili rapidamente. Antibiotico di 1 generazione. Il prezzo in farmacia - 1.0 gr. bottiglia di 15 rubli.

    Risultato: uccide i batteri stafilococchi e lo streptococco, accelera il processo di guarigione.

    "Sodio di Ampioks"

    Farmaco antibatterico, attivo contro i microrganismi gram-positivi e gram-negativi. Prezzo da 20 rubli.

    Risultato: uccide i batteri resistenti alla penicillina (stafilococco, streptococco, enterococco). Contribuisce alla rapida guarigione delle ferite.

    Unguento "Tetracycline Akos" per uso esterno

    Antibiotico biostatico del gruppo tetraciclina. Possiede un ampio spettro d'azione, lotta contro batteri gram-positivi e gram-negativi (stafilococchi, streptococchi). Prezzo in farmacia da 25 rubli.

    Modo d'uso: dopo il pretrattamento della ferita (con alcool al 70%), applicare un unguento su una benda di garza e applicare sul punto dolente. Cambiare condimento ogni 12 ore. Il corso del trattamento è di 3 settimane.

    Risultato: accelera il processo di rigenerazione (guarigione), uccide gli agenti patogeni. Dopo la prima applicazione sentirai sollievo (il dolore si fermerà). La ferita guarirà gradualmente e la pelle si riprenderà.

    Dopo aver visto il video con Elena Malysheva, imparerai cosa devi sapere sugli antibiotici, se dovessi prenderli. E con quello che non possono essere combinati.

    Unguenti per la guarigione rapida delle ferite

    Abbiamo preparato una lista di unguenti economici ed efficaci che promuovono la rapida rigenerazione (guarigione, restauro) della pelle dopo un ascesso.

    "Eplan"

    Ha analgesico, agente di guarigione delle ferite. Non un antibiotico. Prezzo in farmacia da 180 rubli.

    Modo d'uso: su una superficie danneggiata, mettere una benda di garza imbevuta di unguento. Legare Cambia fasciatura una volta al giorno. Eseguire la procedura fino al completo recupero. Il farmaco non ha controindicazioni ed effetti collaterali.

    Risultato: rimuove gonfiore e prurito, previene l'infezione, accelera il processo di guarigione e la rigenerazione (recupero) della pelle.

    Unguento "Ichthyol"

    Unguento anti-infiammatorio e analgesico. Non ha effetti collaterali. Prezzo in catene di farmacia - da 65 rubli.

    Modo d'uso: applicare un unguento su una benda di garza e applicare sull'area interessata. Cambia benda 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 14 giorni.

    Risultato: allevia l'infiammazione e lenisce la ferita. Promuove un recupero e una guarigione più rapidi.

    Soluzioni farmacologiche

    Con l'aiuto di soluzioni è possibile trattare la ferita dopo un ascesso. I mezzi sono in grado di alleviare l'infiammazione e alleviare la ferita.

    Soluzione "Dimexide"

    Ha effetti antinfiammatori e analgesici. Bene gestisce la ferita. Il prezzo nelle catene di farmacia è di 39 rubli.

    Modo d'uso: trattare la ferita 2 - 3 volte al giorno prima di applicare l'unguento.

    Risultato: consente di alleviare il dolore e l'infiammazione, protegge la ferita dalla penetrazione di microrganismi (stafilococchi, streptococchi). Aumenta la sensibilità della pelle ad altri farmaci.

    "Dioxidin" (soluzione)

    Un potente antisettico che uccide rapidamente streptococchi e stafilococchi. Il prezzo in farmacia - da 40 rubli.

    Interessante da sapere! Nella medicina sovietica, la droga fu un grande successo. È stato usato in tutti gli ospedali di chirurgia purulenta. I medici hanno spiegato il successo del farmaco "Dioxidin" ad alta efficienza nella lotta contro vari microrganismi (gram-positivi e gram-negativi).

    Modo d'uso: trattare la ferita 2 - 3 volte al giorno. Lasciare assorbire la soluzione, quindi applicare un unguento antibatterico ("Tetraciclina").

    Risultato: uccide rapidamente i batteri, ha un effetto antibatterico e anti-infiammatorio. Promuove una guarigione più rapida.

    Metodi popolari

    A casa, puoi affrontare la malattia (con un ascesso). I metodi tradizionali di trattamento usati in combinazione con quelli medici consentono una più rapida guarigione delle ferite dopo l'apertura.

    Abbiamo selezionato per te i metodi popolari più efficaci per il trattamento dell'infiammazione purulenta.

    "Cloruro di sodio" (soluzione di sale ipertonica)

    Farmaco di fisioterapia. Per trattare una ferita, utilizzare una soluzione allo 0,9% che può essere preparata a casa.

    ingredienti:

    1. Sale da cucina di media macinatura - 9 gr.
    2. Acqua calda - 1 litro.

    Come si prepara: Versare il sale in acqua tiepida, mescolare fino a quando i cristalli si sciolgono completamente. Dovrebbe creare un liquido salmastro e fangoso.

    Come usare: Trattare con una soluzione l'area dolente 2 - 3 volte al giorno prima di applicare unguenti. Utilizzare fino al completo recupero e alla guarigione della ferita.

    Risultato: i fluidi purulenti vengono aspirati e i microbi patogeni vengono aspirati (stafilococchi, streptococchi). Contribuisce alla rapida guarigione delle ferite.

    Una pianta battericida in grado di distruggere l'agente eziologico della malattia (Staphylococcus aureus). Per ottenere il massimo effetto, utilizzare l'impianto correttamente.

    Modo d'uso: sciacquare la foglia di aloe, tagliarla a metà (lungo la foglia). Attaccare alla zona interessata. Correggere con un cerotto. Per migliorare l'effetto antibatterico, è possibile rilasciare una goccia di iodio sul foglio singolo. Il foglio cambia ogni 2 - 3 ore. Utilizzare fino alla completa guarigione.

    Risultato: distrugge i batteri, estrae il pus dalla ferita. Accelera il processo di rigenerazione (cicatrizzazione) della pelle.

    Radice di rafano

    Uno dei potenti antibiotici naturali. È usato per trattare le ferite purulente. Trattare le ferite di rafano con la tintura di rafano, fare soluzioni di lavaggio.

    ingredienti:

    1. Radice di rafano tritato - 1 cucchiaio. un cucchiaio
    2. Acqua - 200 ml.

    Come cucinare: riempire la radice con acqua bollita calda. Insistere in un thermos non più di un'ora.

    Come usare: Trattare la ferita 3 volte durante il giorno. Eseguire la procedura per 14 giorni fino a quando la ferita non è completamente guarita.

    Risultato: promuove la guarigione rapida dell'area infetta, uccide i microbi patogeni (stafilococco, streptococco).

    Q & A

    Quali sono le complicazioni di un ascesso?

    Il trattamento tardivo può portare a complicanze come la linfoadenite (danno infiammatorio ai linfonodi), l'avvelenamento del sangue, ascessi metastatici (il più delle volte si verificano nell'occhio).

    È possibile curare un ascesso senza un intervento chirurgico?

    No, l'ascesso si riferisce a malattie infettive purulente. Pertanto, è necessaria un'autopsia chirurgica.

    Cosa fare con ascessi ripetuti?

    Completare un esame completo, eseguire un esame del sangue completo, se necessario, bacposev (pus in laboratorio). Andare in ospedale per l'intervento re-chirurgico.

    Come distinguere l'ascesso da un tumore?

    Esternamente, un ascesso assomiglia a un tumore e può svilupparsi da un tumore. Ma il suo contenuto è purulento. La malattia è accompagnata da dolore, febbre, deterioramento generale.

    Perché si verifica un'infezione purulenta?

    L'immunità ridotta, il verificarsi di lesioni, tagli, ustioni, strumenti medici non sterili, iniezione di bassa qualità (iniezione) sono la causa di un ascesso. I leucociti si precipitano nei luoghi di accumulo di microrganismi patogeni (patogeni). Eseguendo funzioni protettive, muoiono, formando una capsula purulenta attorno a batteri nocivi.

    Altri Articoli Sulle Tipologie Di Acne